Calcio giovanile, un esercito di giovani al lavoro con l’Adelkam Alcamo

Un esercito di quasi 250 ragazzi di età compresa tra i 5 e i 15 anni. Un linguaggio dei numeri che testimoniano l’importanza dell’Adelkam Alcamo, una delle società leader in Italia nel settore giovanile. Una grande risorsa per la città di Alcamo, che pare non trovare le giuste attenzioni nel Palazzo di città. Eppure l’Adelkam svolge un importante missione sociale da oltre 30 anni perché toglie tanti ragazzi dai pericoli della strada coniugando attività didattico-comportamentale e sport. Eppure sarebbe sufficiente sfogliare l’album per far comprendere anche a chi segue distrattamente le attività sportive quanta attenzione riservano i mass media all’Adelkam: dalla Rai ai quotidiani regionali e nazionali. L’attività agonistica prende il via oggi alle 15 allo stadio Sant’Ippolito con la prima gara del campionato regionale Giovanissimi (2003-2004). La squadra allenata da Salvatore Falce affronterà la Virtus Bagheria. Fra quindici giorni iniziano altri campionati, quelli regionali sperimentali, con gli Allievi 2002, allenati da Vincenzo Adragna,  dove l’Adelkam è presente in forze. I Giovanissimi 2004, allenati da Paolo Trapolino e i 2005 allenati da Felice Messina. Lo staff tecnico dell’Adelkam e composto inoltre da Filippo Castellano, Nino Benenati, Andrea Tranchida e Ignazio Renda. Uno staff di prim’ordine che cura con professionalità i ragazzi, E già nel passato e recentemente molti giovani sono stati ingaggiati dal società professionistiche come Milan, Pescara, Cagliari, Palermo tanto per citarne alcune. Oltre ai campionati regionali e provinciali giù programmati due tornei. Ai primi di novembre l’Adelkam parteciperà al torneo internazionale di calcio in programma a Siracusa e ai primi di dicembre a quello organizzato a Lamezia Terme. Intanto il direttore generale Gaetano Lo Monaco ha iniziato a lavorare per il prossimo Torneo internazionale Costa Gaia, in programma dal 2 al 6 gennaio prossimi, che porterà ad Alcamo migliaia di persone. Rappresenta non solo un fatto economico ma anche di promozione del territorio e merita grande attenzione da parte del Comune anche perché protagonisti sono i giovani. In caso contrario parlare di politiche giovanili ad Alcamo, sarebbe solo uno spot vuoto.