Calcio: Gabriele Alesi, talento con la maglia del Milan

Deve compiere 14 anni a gennaio. Parliamo di Gabriele Alesi. Alla sua età ha ancora il fisico di “abatino”. “Abatino” è un complimento e la parola venne coniata dal grande giornalista e scrittore Gianni Brera, per il  fuoriclasse Gianni Rivera, che debuttò nel Milan a 16 anni e che indossò la maglia n.10. Era il tempo in cui i giocatori si legavano alle società e diventavano portabandiera: Del Piero, Totti, Antognoni, Mazzola, lo stesso Rivera. Oggi invece non esiste quasi più l’attaccamento ai colori sociali, ma si insegue solo il denaro. Nei salotti Tv si parla di milioni come se fossero noccioline. Il caso Neymar è l’ultimo scandalo per un’operazione di facciata da parte del Qatar, accusato di essere uno dei principali finanziatori dei terroristi, che cerca una verginità che non ha mai avuto. Speriamo che Gabriele, tifoso del Milan, possa indossare a lungo la maglia n.10 e diventare il portabandiera dei rossoneri per tanti anni a venire. La favola di Gabriele inizia a 5 anni quando indossa la maglia die Pulcini dell’Adelkam Alcamo. Pian piano cresce di statura fisica ma anche di qualità calcistica diventando l’oggetto di desiderio di tante squadre.  E’ bello vedere che grandi club puntano sui giovani italiani. In questo caso siciliano di Castellammare. Ed a questa giovanissima promessa è stata consegnata la maglia n.10. In bocca al lupo Gabriele perché conoscendo le tue qualità saprai emergere in un mondo difficile quale è quello del calcio. In bocca al lupo Gabriele per la tua scelta poiché il Milan ti ha voluto fortemente battendo la concorrenza di squadre di serie A italiane ed estere. Gabriele Alesi abita a Castellammare del Golfo. E poiché ancora non ha spento le 14 candeline papà Giuseppe, alcamese e Mamma Cinzia, castellammarese, si trasferiranno a giorni  a Milano per stare vicini al giovane figliolo. Ha un fratello Gaetano di 17 anni. Gabriele Alesi è cresciuto nella scuola calcio Adelkam Alcamo ed è stato seguito con  molta attenzione, negli anni, da Paolo Trapolino. Gabriele Alesi si trova già da alcuni giorni a Pinzolo, nel Trentino, dove ha iniziato  la preparazione. E’ stato aggregato ai 2003 che parteciperanno al campionato nazionale Giovanissimi. Nonostante sia nato nel 2004 l’ex calciatore Filippo Galli, uno dei responsabili del settore giovanile del Milan, lo ha voluto nei Giovanissimi e gli ha dato la maglia n.10. La maglia n.10, un fardello pesante da portare sulle spalle poiché questo numero si abbina subito ai grandissimi calciatori, ma che Gabriele saprà onorare. L’Adelkam, diretta da Gaetano Lo Monaco,  si conferma fucina di giovani talenti. Ha vinto centinaia di tornei in Italia e all’ estero. Nella sua sede fanno bella mostra migliaia di Coppe e Trofei, E‘ stata insignita col medaglione del Presidente della Repubblica, allora Giorgio Napolitano, per l’attività svolta a favore dei giovani poiché nell’Adelkam non si insegna solo calcio ma anche a comportarsi bene, Il medaglione è stato consegnato durante una cerimonia dell’Atri Cup, torneo internazionale di calcio, che si svolge nella bella cittadina in provincia di Teramo.. Gabriele Alesi è un talento nato. Con lui in squadra l’Adelkam, nelle varie categorie, ha vinto tornei prestigiosi come, lo scorso  anno all’Olimpico di Roma, la Gazzetta Cup. E’ stato convocato da varie squadre ed è sempre risultato il migliore giocatore in tornei disputatisi in  Italia e all’estero. Per lui è venuto da Londra anche un osservatore del Manchester, ma i genitori hanno preferito che rimanesse in Italia, considerate le tante richieste di società prestigiose, anche per la possibilità di potergli stare vicini con più facilità. L’Adelkam Alcamo da oltre 30 anni lavora con i giovani e numerosi hanno riscosso successo nel mondo del calcio. Piedi per terra e pedalare caro Gabriele e lavorare con impegno e umiltà se si vogliono raggiungere alti traguardi.