Calcio eccellenza. L’Alba Alcamo sempre più deludente

 

Un’anonima posizione di classifica, proiettata più verso la zona play out che in quella nobile zona dove si lotta per il salto di categoria. Tale considerazione appare evidente dopo il deludente pareggio dell’Alba Alcamo rimediato in extremis sul campo del Mussomeli, una delle squadre più deboli di questo girone dell’Eccellenza. I padroni di casa passano in vantaggio al 22esimo. E quando sembrava che l’Alba Alcamo dovesse soccombere ecco che al 92esimo arriva il gol del pari, realizzato da Corso. Tale risultato se da un lato sembra apparire strano dall’altro è la conseguenza di una stagione nata male e che sta proseguendo all’insegna della precarietà di un organico non eccelso. Infatti l’Alba Alcamo assomiglia ad un Gran Hotel dove c’è chi arriva e chi parte. Due abbandoni la scorsa settimana. Con un organico non stabile riesce difficile a qualsiasi allenatore potere dare un gioco di squadra e ciò si paga. E mentre il girone d’andata si avvia a conclusione sono sempre più magri i risultati che vengono dal campo e cresce sempre più la disaffezione di quel sparuto gruppo di sostenitori che la domenica si presentano al Catella. Comunque vada a finire c’è sempre da ringraziare la dirigenza, che con grandi sacrifici e orfana di tutte le istituzioni, cerca di non far morire il calcio, in una città dome quella di Alcamo, ricca di tradizioni.