Balestrate: salvati due bagnanti, sfiorata la tragedia

0
464

BALESTRATE. Tragedia sfiorata nel mare balestratese. In due rischiano di morire annegati per una propria negligenza, per essersi eccessivamente allontanati dalla riva. Avevano già ingoiato molta acqua, sono davvero stati strappati miracolosamente alla morte. E’ successo nella zona Capannuccia, area che tra l’altro da qualche giorno è presidiata da una postazione di bagnini della società nazionale Salvamento di Balestrate. Ed è stata propria la loro presenza che ha evitato la tragedia: “Bastava appena qualche attimo di ritardo nei soccorsi – afferma il presidente della società, Giuseppe Mannelli – e sarebbe successo l’irreparabile”. Protagonisti della vicenda due uomini quarantenni, di cui uno dei due tra l’altro cieco. Nonostante le ripetute sollecitazioni dei bagnini che erano in postazione, Gianpiero Cassarà e Riccardo Billante, ad evitare di allontanarsi eccessivamente i due uomini invece sono andati molto distanti da riva una bracciata dietro l’altra. Improvvisamente, però, si sono resi conto di essere giunti in alto mare e con affanno hanno tentato di rientrare senza riuscirci. I bagnini si sono accorti di tutto e non hanno esitato un attimo a gettarsi in acqua. Le operazioni di salvataggio si sono rese più difficoltose anche perché le richieste di aiuto sono arrivate quasi contemporaneamente. Nonostante tutto i baywatch sono riusciti a riportare a riva i due malcapitati in condizioni comunque molto complicate. Entrambi erano semincoscienti e con tutta evidenza avevano bevuto molta acqua, quindi erano a rischio soffocamento. Prestate le prime cure in pochi minuti sono giunte sul posto due ambulanze del 118 che hanno prestato soccorso e trasportato i due bagnanti al vicino ospedale Civico di Partinico. Qui i medici hanno dichiarato fuori pericolo entrambi, dopo averli rianimati in seguito anche all’espulsione dell’acqua ingurgitata che aveva raggiunto i polmoni. Quest’anno il servizio di salvataggio è partito con enorme ritardo rispetto alle passate stagioni estive per ragioni economiche e burocratiche, e infatti durerà soltanto per due mesi rispetto ai tre degli anni trascorsi. “L’unico consiglio che noi possiamo dare in questi casi – sottolinea Mannelli – è quello di anzitutto evitare di fare il bagno quando viene indicata la bandiera rossa. In secondo luogo noi diciamo sempre a tutti i bagnanti di seguire pedissequamente le indicazioni dei bagnini i quali conoscono bene le condizioni del mare e le situazioni di pericolo incombenti”.