Balestrate: chiusa una scuola, psicosi-genitori

0
933

BALESTRATE (PA) – Chiude il plesso della “Principe di Napoli” per problemi strutturali e a Balestrate scoppia la psicosi tra i genitori degli alunni degli altri istituti. Minacciano di non far entrare i propri figli perché impauriti dalle condizioni infrastrutturali. Ed effettivamente dalle verifiche fatte dai tecnici del Comune ovunque si sono registrati problemi strutturali. Questa mattina i genitori degli alunni che frequentano le scuole “Rettore Evola” e “Aldo Moro” non avevano alcuna intenzione di far entrare i propri figli. Nel primo plesso da un sopralluogo del Comune è stato interdetto l’utilizzo di due aule e di una scala di collegamento dal piano terra al primo piano; nel secondo invece si è provveduto a chiudere una sola aula. Per entrambi gli istituti sono stati disposti i trasferimenti delle classi in altri locali delle rispettive scuole non utilizzati. Il Comune sta vagliando l’opportunità di effettuare i lavori durante le vacanze pasquali oppure nel periodo estivo. Diversa la situazione invece alla “Principe di Napoli” il cui immobile è stato del tutto chiuso dopo il distacco di intonaco dal tetto di un’aula. Da successivi sopralluoghi i tecnici comunali si sono resi conto che servivano interventi di manutenzione straordinario in tutto il plesso e per questo motivo il sindaco Totò Milazzo ha emanato un’ordinanza di chiusura disponendo il trasferimento degli alunni nel pomeriggio alla “Aldo Moro”.

Per la “Principe di Napoli” sono già in corso gli interventi di una ditta specializzata. Si presume che nell’arco di 15 giorni il cantiere potrà essere chiuso e quindi tornerà tutto alla normalità. Lo stesso primo cittadino ha incontrato i genitori degli alunni delle scuole “Aldo Moro” e “Rettore Evola” e li ha rassicurati sulla sicurezza di entrambi gli edifici: