Alcamo: Urbanistica, tutto congelato

0
354

ALCAMO – Solo due unità di personale effettive nelle stanze dell’ufficio tecnico del Comune di Alcamo e la paralisi continua. Gli oneri concessori nell’anno appena trascorso ammonta a poco più di 400 mila euro, altrettante le somme per la sanatoria edilizia. Un trend in netto calo rispetto all’anno precedente, un po’ per colpa della crisi congiunturale che ha quasi del tutto fermato il mercato del mattone, un po’ perché in realtà da tempo l’ufficio tecnico è praticamente congelato per una serie di problematiche, soprattutto di ordine gestionale. Al punto che l’estate trascorsa il sindaco Sebastiano Bonventre ha deciso di ritirare la delega all’urbanistica all’attuale assessore Gino Paglino e di revocare la dirigente Anna Parrino. Nel contempo il settore fu smembrato in due, tornando quindi al vecchio assetto prima della riforma di accorpamento. Secondo il consigliere comunale Alessandro Calvaruso due i motivi principali che hanno creato questa situazione.

La parabola discendente del settore Urbanistica del Comune alcamese iniziò con la storia della Pedemontana, quando emerse una vicenda di concessioni edilizie e costruzioni illegittime in questa fascia di territorio ai piedi del Monte Bonifato. In atto c’è ancora un’inchiesta aperta da parte della Procura di Trapani anche se recentemente il Comune ha costituito un’equipe tecnica per verificare se esistono i presupposti per riprendere l’iter di rilascio delle concessioni edilizie proprio in questa zona. Il problema sostanziale è che il piano regolatore generale del Comune è stato dichiarato scaduto e da qui sono venute fuori delle restrizioni urbanistiche, specie all’interno del perimetro della pedemontana. Un problema delicato su cui da tempo ha accesso i suoi riflettori anche il consiglio comunale, preoccupato per lo stato comatoso del settore edilizio locale. Ecco perché il civico consesso è tornato alla carica. In realtà proprio il settore Urbanistica e Pianificazione del territorio è stato oggetto di un nuovo assetto in queste settimane. Con apposita determina è stato disposto il nuovo assetto organizzativo interno attraverso la nomina dei responsabili dei Servizi, delle aree di posizione organizzativa, delle deleghe di funzioni vicarie e funzioni dirigenziali e delle disposizioni organizzative e funzionali.

kate and then ashley olsen alter 25
lous vuitton speedy Penney Is Last Year’s Fashion This Earnings Season

find via shawls by hoda for one styles reveal
chanel espadrillesChoosing The Best Kids Designer Clothes