Alcamo: tentati rapimenti, è paura

0
614

Si sono intrufolati ad una festa di bambini e nella confusione avrebbero tentato di portarne via con sé uno. Stesse modalità anche nelle vicinanze di alcune scuole. Per fortuna, sino ad oggi, ogni tentativo è stato sventato. Ma cresce la paura ad Alcamo di giorno in giorno. Da un paio di settimane sarebbe stato avvistato in azione un gruppo di persone che avrebbe tentato di rapire qualche bimbo. Una segnalazione risulta essere stata avanzata al commissariato di polizia della cittadina, diretto da Antonella Vivona, ma in realtà altri casi ancora nel frattempo si sarebbero verificati seppur non denunciati ufficialmente. Nessuna denuncia invece risulta essere stata avanzata alla stazione dei carabinieri. In particolare agli agenti sarebbe stato segnalato il caso di una donna che avrebbe finto di essere amica della famiglia di un bimbo e che era venuto a prenderlo per portarlo a casa. Fortunatamente il tentativo sarebbe fallito perché il bimbo stesso non si sarebbe fidato e a quel punto la donna si sarebbe allontanata per paura di essere scoperta e bloccata dai genitori presenti in sala. La segnalazione di questo caso sarebbe stata fatta la scorsa settimana ma la notizia è trapelata soltanto questa mattina. Dal commissariato arriva la conferma di questa segnalazione: “Al momento – sottolinea la Vivona – ci è pervenuta solo una segnalazione, non ce ne risultano altre. Stiamo verificando la situazione con molta attenzione”. In particolare sarebbe stata aperta un’indagine da parte della polizia che già da diversi giorni sta raccogliendo le testimonianze di alcune persone che hanno assistito alla scena del presunto tentativo di rapimento del bimbo. L’obiettivo è quello di cercare di ricostruire con esattezza l’identità della donna, di cui ancora oggi però si conoscono non molti dettagli e quindi proprio per questo ci sono delle difficoltà nelle indagini. “Lanciamo un appello a tutta la cittadinanza – aggiunge la dirigente del commissariato – affinchè ci aiuti. Vengano in commissariato a raccontare tutto ciò che sanno, anche i dettagli che apparentemente sembrerebbero i più insignificanti. Certamente agevolerebbero di molto lo sviluppo delle indagini”. Al momento comunque le indagini si stanno svolgendo nel più stretto riserbo e i poliziotti stanno lavorando anche attraverso l’intensificazione del controllo del territorio con pattugliamenti più frequenti specie negli obiettivi considerati più sensibili, quindi dove ci può essere una più alta concentrazione di bambini. A quanto pare c’è chi giura di avere visto queste persone sospette girare da giorni in giro per Alcamo a bordo di un furgone di colore bianco, elemento che sta ulteriormente verificando la polizia che però ancora non è riuscita a risalire con precisione al modello del mezzo.