Alcamo Riti religiosi per la Festa della Madonna dell’Alto

0
580

Il pellegrinaggio in programma il prossimo 26 agosto aprirà la festa della Madonna dell’Alto, che si celebra nella chiesetta in cima al monte Bonifato di Alcamo. Cerimonie promosse dalla parrocchia Sacro Cuore con un ricco calendario di appuntamenti che hanno il loro momento principale nelle celebrazioni eucaristiche e nella processione. “Ogni anno, la vigilia dell’8 settembre – scrive lo storico Roberto Calia – nel primo pomeriggio numerosi fedeli, sacerdoti, a piedi o con i muli salivano sul monte Bonifato, a rendere omaggio alla Madonna dell’Alto, venerata nel piccolo santuario annesso al castello. La mattina presto, verso le ore 4,  mentre arrivavano da Alcamo altri fedeli, iniziavano le messe. Poi si svolgeva la processione. Il quadro e dal 1936 il simulacro della Madonna veniva portato a spalla dagli uomini della Congregazione omonima, per il cocuzzolo del monte, tra la recita del rosario e canti mariani”. Oggi si raggiunge in auto la cima del monte e tanti fedeli anche a piedi scalzi salgono sino alla vetta per sciogliere un voto. Molti gli eventi religiosi e ricreativi promossi dalla parrocchia Sacro Cuore: si inizia giorno 26 col pellegrinaggio. Previsto anche un servizio bus.  La festa in onore di Maria Santissima dell’Alto è descritta anche da una bella poesia di Liborio Dia. Ad Alcamo e nelle campagne circostanti le tradizionali “vampe”, mentre fino a qualche anno fa i ragazzi ammassavano rami secchi, cartone e paglia ai crocicchi delle strade e i più audaci saltavano attraverso i fuochi. La sera del sette settembre tanti amici e famiglie si radunano nei luoghi di villeggiatura per grandi libagioni. Giorno 8 settembre dedicato alla Madonna dell’Alto. Giorno 9 segna come la scadenza di una cambiale il ritorno in città dai luoghi di villeggiatura della maggior parte degli alcamesi.