Alcamo: nuova viabilità, serrata dei commercianti

Sarà serrata dei commercianti oggi ad Alcamo. Dalle 18 alle 20 saranno abbassate le saracinesche di diverse attività commerciali del centro storico in segno di protesta nei confronti degli ultimi provvedimenti presi in tema di mobilità urbana dall’amministrazione comunale. Iniziativa che vedrà coinvolti gli esercenti non solo del “corso stretto” ma anche quelli della parte alta dello stesso corso 6 Aprile e pare che ci sia l’adesione anche dei negozi delle arterie limitrofe. Oggi campeggiano nei negozi aderenti i manifesti in cui si asserisce che la chiusura è per protestare contro “i provvedimenti sulla viabilità imposti dalla giunta guidata dal sindaco Sebastiano Bonventre e dal suo mobility manager”, l’ingegnere Francesco Amodeo. Il riferimento quindi non è più solo sulla zona a traffico limitato, introdotta tutti i giorni feriali dalle 18 alle 21, ma si estende anche alla recente iniziativa di attuare un’inversione del senso di marcia del percorso che va da piazza Ingham sino a piazza Bagolino, vale a dire l’accesso lato nord alla città. Provvedimento che è stato deciso per variare un assetto oggi visto poco fruttuoso ed utile per la città dall’amministrazione che è stato studiato tra i tecnici del Comune e il Mobility manager, per l’appunto. Un radicale cambiamento che già comincerà a prendere le mosse nei prossimi giorni, con le prime installazioni della nuova segnaletica lungo tutto il percorso che interesserà all’incirca una trentina di stradine del centro storico. Per gli esercenti questa scelta di rivoluzionare il traffico finirà per allontanare gli acquirenti, che non saranno più attratti dal fare la passeggiata nel centro storico, dando quindi il colpo di grazia ad una categoria che già da tempo soffre della crisi economica. Una decisione scaturita da una scelta ritenuta strategica invece dal Comune, quella cioè di sfruttare al meglio il parcheggio sotterraneo di piazza Bagolino quasi sempre praticamente vuoto. Attraverso uno studio statistico è stato valutato che la quasi totalità di chi proviene dal cimitero ed arriva a piazza Ingham imbocca altre direzioni: soltanto il 15 per cento si dirige verso piazza Bagolino, mentre il 60 per cento si dirige in via Veronica Lazio ed il 25 per cento invece nella via Orto di Ballo. Entro fine mese dovrebbe approdare in consiglio comunale anche l’ipotesi di convenzione per affidare all’esterno la gestione degli stalli a pagamento, con istituzione di strisce blu anche ad Alcamo marina.