Alcamo-Messaggio inquietante, incendiato portone municipio di piazza Ciullo

0
514

Inquietante episodio questa mattina ai danni del Comune di Alcamo. Qualcuno all’alba di oggi ha appiccato le fiamme al portone d’ingresso della sede centrale del municipio in piazza Ciullo. Poi ha lasciato, si presume volutamente, una bottiglia con del liquido infiammabile davanti la porta e si è dileguato. Poco distante dal municipio, esattamente in piazza della Repubblica, sono state rinvenute altre due molotov. Tutto quindi da decifrare il gesto, il movente e l’indirizzo di questo gesto eclatante. L’allarme al centralino dei vigili del fuoco del locale distaccamento è scattato intono alle 6,30: sul posto anche i carabinieri che adesso hanno aperto un’indagine per cercare di chiarire i contorni della vicenda. I pompieri in pochi minuti sono giunti sul posto ed hanno provveduto a domare le fiamme alimentate oltretutto dal fatto che il portone è in legno. Alla fine l’ingresso è stato parzialmente annerito. Al momento nessuna ipotesi viene scartata dagli inquirenti, certamente il modus operandi fa pensare a qualcuno che ha voluto lanciare un preciso avvertimento nei confronti dell’istituzione locale. Resta da capire se c’è un effettivo destinatario del messaggio o meno. Dal giugno scorso il Comune è guidato da un commissario ad acta inviato dalla Regione, Giovanni Arnone, che ha preso il posto del dimissionario sindaco Sebastiano Bonventre. In questi ultimi anni l’ente ha navigato in grosse difficoltà economiche e negli ultimi mesi il commissario ha voluto e dovuto stringere ulteriormente il cordone della borsa, tagliando diverse spese per riuscire a centrare il rispetto del patto di stabilità, che permette di non subire tagli nei trasferimenti ed altre limitazioni di spesa. Questo però ha comportato anche dei dolorosi tagli, persino nell’ambito dei servizi sociali. Questo gesto eclatante resta da capire se è ascrivibile magari alla disperazione di qualcuno che si è visto chiudere la porta in faccia dal Comune per una richiesta di contributo oppure se ci può essere qualcosa di ancor più pericoloso.