Alcamo Marina. Ladri di rubinetti provocano ingenti danni a 2 case

0
653

Ladri di rubinetti provocano incendi danni in una villa a due piani nella zona Catena di Alcamo Marina. Il furto di poche decine di euro ha avuto gravi conseguenze per i proprietari della casa  poiché i ladri hanno rotto flessibili, danneggiato, tubi dai quali è iniziata a fuoriuscire acqua pare per oltre 12 ore. Ad accorgersi che i muri di  quell’abitazione sembravano una spugna dalla quale usciva acqua è stato un vicino che casualmente era andato a controllare la sua casa poiché durante l’inverno non mancano le scorrerie di ladri e vandali ad Alcamo Marina. Oltre 12 ore, è stato calcolato di fuoriuscita d’acqua  ha inzuppato mura, arredamenti tetti, pavimenti tanto da causare ingenti danni. I ladri sarebbero entrati, dopo avere forzato una porta retrostante, ma nel loro cammino hanno asportato un rubinetto che si trovava attaccato ad un muro al pianterreno. Poi l’azione barbarica e devastatrice della stanza da bagno con danni ai sanitari, pavimenti ed ad uno scaldabagno che non sono riusciti a staccare da un muro. Il raid e il relativo furto ripropongono un problema che si trascina da anni. E cioè quello dei controlli, certo non facili, su un territorio vasto con migliaia di abitazioni vuote in inverno, che lascia le ville alla mercé dei ladri. Portano via di tutto: dagli arredamenti, agli infissi, a mobili e suppellettili, televisori, piatti e pentole, sanitari e anche alberi, in passato palme, estirpate con grande professionalità. Furti mirati a secondo di ciò che hanno bisogno. Spesso si tratta di refurtiva di poco valore ma che indirettamente provocano danni elevati per come è accaduto nella villa della zona della Catena. I tagli operati negli ultimi anni dallo Stato alle forze dell’ordine. La mancanza di nuove assunzioni e tutti i problemi che insorgono per garantire la tranquillità ai cittadini, per come hanno denunciato centinaia di volte i sindacati di polizia e carabinieri, continua a provocare carenze negli organici e quindi impossibilità di dare risposte e garantire la sicurezza delle persone. Un tempo sulle strade durante la notte venivano istituiti posti di blocco. Oggi sono sempre più rari e una tantum con la squadra anticrimine della polizia si organizzano controlli straordinari. Troppo poco. Troppo poco fa lo Stato per garantire tranquillità e pronti interventi in casi di emergenza. Ai proprietari delle abitazioni allagate non è rimasto altro che presentare denuncia ai carabinieri di Alcamo.