Alcamo-Lesioni al parco giochi, minore risarcita dal Comune

0
844

Diciottomila euro per una bimba che ha riportato lesioni a causa di una caduta all’interno del parco giochi di piazza Falcone-Borsellino ad Alcamo. La cifra del risarcimento è stata riconosciuta dal tribunale civile di Trapani ed a pagare dovrà essere il Comune. La sua colpa sarebbe stata quella di non aver garantito la necessaria sicurezza e vigilanza affinchè si evitasse quell’epilogo che costò alla bimba varie frattura. Una caduta rovinosa causata da una molla metallica sporgente rimasta infilzata sul terreno. E dunque anche poco visibile, residuo di un vecchio gioco mai del tutto rimosso. La condanna per risarcimento danni è stata riconosciuta per effetto anche di una delibera di consiglio comunale che ha approvato il debito fuori bilancio. Si tratta dell’ennesima condanna per il Comune di Alcamo che ancora una volta si ritrova a dover fare i conti con situazioni del genere, molto più spesso paga danni a terzi per le condizioni del manto stradale pessime. L’assise, oltre a questo debito, ha dovuto affrontare proprio un altro caso del genere: altri 4 mila euro ad un minore caduto dal ciclomotore che stava guidando sul viale Europa e rimasto vittima di una sconnessione dell’asfalto a causa delle radici degli alberi.