Alcamo-Impiantistica sportiva, siamo quasi all’anno zero

L’Alba Alcamo affronterà sul campo di Carini la Parmonval per la partita di ritorno dei sedicesimi della Coppa Italia alle 17 di domenica. Lo stadio della Parmonval allo stato attuale è interessato da lavori di manutenzione e quindi è indisponibile. L’Alba Alcamo ha vito per 2 a 1 la gara di andata disputata a Castellammare del Golfo dove è stato presente anche il sindaco Domenico Surdi e giunta per sostenere i bianconeri. La sua presenza potrebbe rappresentare un segnale per iniziare un rapporto di collaborazione con la dirigenza che da tempo sollecita  la manutenzione del Catella che si trova in uno stato pietoso. Fondo campo inagibile. Spogliatoi carenti. Servizi igienici fatiscenti. Sono le tre principali emergenze dello stadio “Catella”, per la cui realizzazione, iniziata dopo il terremoto del 1968 passarono ben 18 anni. Lo stadio venne intitolato ad un giovane portiere Lelio Catella, che morì all’ospedale per una emorragia interna causata da un incidente di gioco e diagnosticata con ritardo. Al Catella non è più rinviabile la collocazione del manto erboso sintetico per evitare i soliti problemi di agibilità e potere consentire alle squadre di poterci giocare. I fondo campi in erba necessitano di manutenzione specializzata e vanno utilizzati solo per le gare ufficiali. Al Catella invece si svolgono tante partite e di conseguenza il problema è sempre alla ribalta. Intanto l’Alcamo si sta allenando col solito impegno agli ordini di Riccardo Chico per la prossima gara e in funzione al campionato d’Eccellenza dove i bianconeri possono puntare ai vertici della classifica. L’Alba Alcamo ha bisogno, come tutte le squadre, del sostegno dei propri tifosi, pochi quelli sui gradini del Catella. Speriamo in una inversione di tendenza. Ed ha assoluto bisogno di un campo per evitare i disagi e i costi di andare errando per impianti di Comuni vicini.  Ad arbitrare la partita Parmonval – Alcamo sarà  Carlo Virgilio di Agrigento. E sul fronte del calcio alcamese anche la Polisportiva Alqamah, che milita in Seconda categoria ha iniziato la preparazione allo stadio Sant’ Ippolito mirando ad un campionato ricco di soddisfazioni. Al lavoro anche l’Adelkam Alcamo fiore all’occhiello nel panorama nazionale del calcio giovanile con la società che si appresta a celebrare la Trentesima edizione del torneo internazionale “Costa Gaia”. Per quanto riguarda il basket la Libertas Alcamo, che milita in serie D si radunerà lunedì sera al Palatresanti per iniziare la preparazione agli ordini del coach Vincenzo Ferrara. Lo sport alcamese è già tutto in movimento. Non mancano impegno e voglia di fare bene che va a scontrarsi con la carenza di impianti sportivi ad Alcamo e quando ci sono versano in abbandono come lo stadio Lelio Catella e il Pala D’Angelo.