Alcamo, grosso giro di cocaina

0
471

È ritenuto responsabile di numerosi episodi di cessione di cocaina tra il dicembre 2012 anno e il marzo scorso: è finito così in manette il 35enne Giuseppe Palmisano, con precedenti per reati in materia di sostanze stupefacenti, poiché raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Trapani.

L’arresto è il risultato di un’indagine avviata dopo alcuni sequestri amministrativi nei confronti di giovani assuntori di cocaina. Dagli indizi raccolti è scaturita tutta una serie di servizi di osservazione tramite i sistemi di video sorveglianza ed si intercettazioni telefoniche ed ambientali che documentavano le cessioni di droga. Il dato allarmante emerso è proprio la quotidianità dell’attività di spaccio e l’eterogeneità dei clienti.

È stato accertato, infatti, che Palmisano operava dalle dieci alle venti cessioni quotidiane di singole dosi di cocaina, toccando il picco massimo durante le ultime festività natalizie: da qui gli investigatori hanno identificato un’ampia gamma di acquirenti degli stupefacenti, che comprendeva artigiani, commercianti, operai e professionisti, i quali, con cadenza quasi giornaliera ricorrevano all’uomo per approvvigionarsi delle dosi di cocaina.

Nonostante la cura con cui Palmisano aveva cercato di rendersi “invisibile” agli occhi degli inquirenti, utilizzando con i clienti un linguaggio volontariamente criptico e l’attenzione affinché il luogo della cessione non fosse mai lo stesso, la polizia è riuscita comunque ad identificare gli assuntori, registrare lo scambio e rinvenire successivamente la cocaina come prova del delitto.

La perquisizione presso la sua abitazione ha consentito di rinvenire un bilancino di precisione ed i resti di alcune confezioni di cellophane con nastro adesivo, perfettamente compatibili con le bustine sequestrate ai consumatori via via identificati.

Segnalati a piede libero anche un complice e diversi assuntori per favoreggiamento personale.

Dopo le formalità di rito in Commissariato, Giuseppe Palmisano è stato condotto presso la Casa Circondariale San Giuliano di Trapani, a disposizione dell’A.G. che ne ha a disposto la cattura.