Alcamo-Crolla albero alla scuola “Aporti”, tragedia sfiorata

0
360

ALCAMO – Crolla parte di un albero ultradecennale all’interno della scuola dell’infanzia “Aporti” di viale Europa, facente parte dell’istituto comprensivo “Mirabella”. Ieri si è letteralmente sdradicato quasi tutto l’albero con le sua foltissime chiome: fortuna ha voluto che il cedimento sia avvenuto proprio in questi giorni, con la scuola che oramai ha chiuso i battenti per il periodo estivo, altrimenti davvero poteva essere una tragedia. In tutta evidenza si nota infatti come il fusto mostri i segni di un vero e proprio squarcio. Resta da capire che cosa possa essere successo: il crollo è avvenuto per una malattia dell’albero oppure semplicemente perché il peso delle chiome, e quindi la mancata manutenzione attraverso la potatura, ha compromesso la stabilità dell’albero? Intanto proprio i dipendenti comunali addetti ai lavori, in seguito ad un intervento dei vigili urbani, hanno effettuato gli interventi di messa in sicurezza, rimuovendo anche un altro ramo accanto di grosse dimensioni, evidentemente perché anch’esso fortemente indebolito e quindi per prevenire un nuovo crollo. Fatto sta che davvero si è evitata una tragedia. Infatti l’albero, di cui è rimasta in piedi solo la parte terminale del tronco, è quello piantumato all’ingresso dell’asilo, nella parte antistante al giardino dove tra l’altro vi è il piccolo parco giochi a disposizione dei bimbi nelle giornate di bel tempo. Se il crollo fosse avvenuto poche settimane fa davvero le conseguenze sarebbero potute essere pericolosissime, considerando che i bimbi giocano proprio in quello spazio. Quello di cui soffre la scuola “Aporti” sembra proprio la carenza di manutenzione ordinaria e straordinaria, e il crollo dell’albero ne è l’episodio più eloquente. Basta però buttare l’occhio altrove, nell’atrio esterno, e si nota la carenza di manutenzione. Ad esempio è totalmente vandalizzata la teca antincendio dove mancano i bocchettoni e la vetrina. Con ogni probabilità non sarà neanche funzionante. Alcuni giochi del parco sono evidentemente arrugginiti, e poi gli infissi che sono datati anche se non appaiono dall’esterno danneggiati. Certamente però non garantiscono a bimbi, insegnanti e operatori scolastici di potere essere riparati da caldo e freddo non essendo a taglio termico, quindi isolanti. E a proposito di alberi pericolanti ci vengono segnalate due palme attaccate dal punteruolo rosso all’interno della villetta di piazza Bagolino: se non si interviene al più presto i fusti rischiano di cedere e schiantarsi al suolo.