Alcamo, chiuso attraversamento via Croce. “Giro dell’oca” per i grossi tir

0
3137

Da alcuni giorni, esattamente da lunedì scorso, giorno in cui è stata firmata l’apposita ordinanza, è stato vietato l’attraversamento del viale Europa nell’intersezione con la via Benedetto Croce. Per adesso si opera a livello sperimentale e soltanto al mattino. Un altro intervento importante alla circolazione veicolare in attesa del redigendo piano urbano del traffico. Tanto grossa è la novità, soprattutto per i mezzi pesanti ma anche per tutti gli automobilisti, quanto minima, anzi assolutamente assente, è stata la comunicazione alla cittadinanza del provvedimento. Nessuna dichiarazione di sindaco o assessore al ramo, nessun comunicato stampa, nessuna intervista.

La chiusura dell’attraversamento si è resa palese soprattutto giovedì scorso quando alunni e studenti hanno cominciato il nuovo anno scolastico. Le motivazioni dell’ordinanza stanno nell’aumento del flusso di traffico veicolare in particolar modo nel periodo scolastico e nella presenza della nuova pista ciclabile lungo il viale Europa. Un provvedimento, si legge nel documento redatto dal responsabile dell’ufficio del traffico Liborio Filippi e sottoscritto dal comandante dei caschi bianchi Giuseppe Fazio, ritenuto necessario “ai fini della sicurezza della circolazione stradale e della pubblica incolumità e riguardante il nuovo obbligo di svolta a destra per chi proviene dalla via Benedetto Croce in entrambi i sensi di marcia”.

Ovviamente l’ordinanza istituisce anche l’obbligo dello stop per tutti i veicoli all’intersezione con il viale Europa. A breve saranno anche installati dei blocchi che uniranno le aiuole e che non consentiranno più ad alcuno di trasgredire. Anche in questo caso, così come per la pista ciclabile, l’amministrazione Surdi ha voluto anticipare qualcosa di importante del futuro piano urbano del traffico e certamente le novità saranno previste dal nuovo strumento. Un problema, però, oltre alla mancanza assoluta di comunicazione del provvedimento, risalta subito alle riflessioni del cronista. I grossi mezzi pesanti che provengono da una nota azienda edilizia che lavora il ferro, come faranno ad uscire dalla città di Alcamo? Purtroppo la viabilità cittadina prevede un solo accesso/uscita, quello da corso generale dei Medici. Quindi gli autoarticolati lunghi oltre 10 metri dovranno svoltare a destra nel viale Europa e poi, non avendo le dimensioni per fare cambio di carreggiata, dovranno girare a sinistra in via Madonna del Riposo, fare la rotatoria di piano Santa Maria, ritornare verso il viale Europa e ritrovarsi, dopo peripezie e ingorghi, nello stesso punto. Gli studi certamente fatti dagli uffici comunali, dai tecnici e dalla giunta Surdi, avranno certamente pensato anche a questo.