Al Policlinico di Palermo donate dal Kiwanis di Alcamo 100 visiere

“Rendere servizi a favore della comunità”. E’ uno degli obiettivi dello statuto del Kiwanis club, fondato nel 1917 negli Stati Uniti. E in questo momento storico di straordinaria emergenza globale i club service, in questo caso il Kiwanis club di Alcamo, presieduto da Silvana Giacone, sta portando avanti una serie di iniziative finalizzate a regalare materiale ad ospedali e case per anziani. Un importante gesto di solidarietà e vicinanza durante questa grave emergenza. “Ieri abbiamo donato – dice la presidente Silvana Giacone – cento visiere in plexiglas all’area Covid 19 del reparto di oncologia del Policlinico di Palermo. E stiamo portando avanti altre iniziative”. Le visiere sono state acquistate presso una ditta specializzata e come segno di riconoscenza saranno inviati al Kiwanis di Alcamo i nominativi dei singoli operatori sanitari che le indosseranno. La donazione è avvenuta tramite il sindacato Fgu-Gilda, del quale è responsabile a Palermo il dottor Giuseppe D’Anna coadiuvato dalla dottoressa Anna Alcamo. Una donazione ricevuta con piacere a causa delle carenze che si registrano negli ospedali per combattere in sicurezza il Covid 19. Disinfettante e igienizzanti lo stesso Kiwanis club ha donato e già consegnato all’ospedale di Alcamo, così come all’Ipab “Mangione” della via Florio, antica istituzione nel campo dell’assistenza, che oggi ospita 40 anziani tra uomini e donne che da oltre un mese, non escono dall’istituto e non hanno contatto con parenti. Alla “Mangione” lamentano la scarsa attenzione da parte delle istituzioni preposte alle forniture di materiale e tutto quanto serve per prevenire eventuali contagi. Un appello viene da tempo lanciato ma non c’è stato fino ad oggi alcun riscontro. Eppure, come raccontano le cronache, nelle città dove la maggioranza dei cittadini esce solo per fare la spesa o in caso di estrema e irrimandabile necessità, il pericolo del contagio corre soprattutto dentro le case per l’assistenza degli anziani, nelle residenze sanitarie e negli ospedali. Le strutture sanitarie e le case che ospitano anziani sono quelle che debbono essere maggiormente attenzionate. Lo stanno facendo club service come il Kiwanis di Alcamo verso il quale “giunge il ringraziamento di coloro che hanno ricevuto le donazioni di materiale igienico-sanitario”