“Voglio informare tutti i miei concittadini che in questo periodo a Trapani e dintorni, ma ritengo anche fuori provincia, non sono più disponibili le Immunoglobuline antitetaniche. Quindi chi lavora in campagna, o avesse genitori, parenti o amici che ci lavorino, senza essere coperto dal vaccino, ricordi di fare il richiamo per il tetano non appena possibile”.

È l’allarme lanciato da Francesco Di Gregorio, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani.

Le immunoglobiline servono per la terapia e la cura di varie malattie e patologie, dal tetano fino alla sclerosi multipla.

“Le nostre farmacie ospedaliere sono ancora fornite – aggiunge Di Gregorio – anche se con poche scorte. Il dipartimento del Farmaco dell’ASP ha infatti scorte fino a fine giugno (circa 50 dosi), considerato il consumo dell’anno precedente che è stato di 170 dosi. Le farmacie private risultano, invece, sfornite. Lo strumento più efficace, in ogni caso, rimane quello della profilassi vaccinale e chi è stato precedentemente vaccinato ricordi che l’immunizzazione dura dieci anni, e occorre fare il richiamo al termine di ogni periodo” .

La carenza di immunoglobuline è a livello nazionale, e l’Agenzia italiana del Farmaco, ne ha segnalato da tempo la produzione insufficiente. La crisi, almeno per le farmacie ospedaliere, dovrebbe cessare a fine giugno.

 

Share.
SHARE
OR
SCARICA LA NOSTRA APP