Valderice-Madagascar, gli interventi solidali di “Trapani per il terzo mondo”

 

Un incontro per conoscere dalla viva voce di chi lavora sul campo, la realtà missionaria del Madagascar e soprattutto le condizioni di vita dei bambini. Si è tenuto presso il Baglio Santa Croce a Valderice, organizzato dall’associazione “Trapani per il terzo mondo”, che dal 2001 si occupa di interventi solidali con il Madagascar, quarto paese più povero al mondo dove la popolazione vive con meno di due dollari al giorno. L’associazione ha realizzato, in questa terra lontana, scuole, pozzi d’acqua, aule giochi, sale operatorie, strutture sanitarie; negli ultimi anni ha focalizzato i suoi interventi a favore dei bambini del grande orfanotrofio cattolico di Ankofafa nella diocesi di Fianarantsoa, orfanotrofio gestito dalle suore “Nazarene”. Prima del dibattito anche un collegamento telefonico con suor Pascaline, direttrice dell’orfanotrofio che ha inviato i suoi auguri e l’abbraccio dei bambini ai presenti. Al termine dell’incontro è stato proiettato un video realizzato da Lilli Genco e Peppe Aiello, frutto di un viaggio di conoscenza missionaria, dedicato proprio all’orfanotrofio, alle condizioni di vita dei bambini malgasci spesso vittima di gravi forme di denutrizione e ai progetti di “adozione a distanza” che permettono di sostenere la promozione umana e sociale dei più piccoli senza sradicarli dal loro paese. Interessante il confronto con don Saro Salerno, salesiano, da 23 anni missionario in terra malgascia che si è occupato dei progetti di formazione e della fondazione del network radiofonico “Don Bosco”, e con suor Agnese per 27 anni in Madagascar e suor Eveline suora malgascia che ha lavorato per anni presso l’orfanotrofio di Ankofafa.