Valderice-Combattimenti tra cani, scatta obbligo di dimora per due giovani

Scatta l’obbligo di dimora nel comune di residenza per due giovani valdericini, C.A. di 29 anni e G.M., di 19, ritenuti responsabili di aver organizzato combattimenti clandestini tra cani. I carabinieri di Valderice, nel corso delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Antonio Sgarrella, partite dalle segnalazioni di alcuni cittadini, hanno acquisito alcuni filmati in cui sono stati ripresi, in tutta la loro crudeltà, i combattimenti. Nelle immagini a disposizione degli inquirenti, gli animali venivano costretti ad azzannarsi vicendevolmente, in veri e propri match di lotta, sospinti dalle grida di incitamento dei padroni e degli spettatori: incontri organizzati all’aperto, su terrazzi di abitazioni ritenuti, probabilmente, al riparo da occhi indiscreti. Al termine di ogni round, gli organizzatori dividevano i due contendenti avvinghiati nella feroce morsa delle reciproche fauci, a colpi di bastone, con imperturbabile freddezza. Individuati anche alcuni degli spettatori, la cui posizione è tuttora al vaglio della magistratura. Nel dare esecuzione alla misura cautelare emessa dal Gip di Trapani, i carabinieri hanno inoltre proceduto al sequestro di dodici pitbull, quattro adulti e otto cuccioli.