Tutto da rifare per i trasporti marittimi alle Egadi

     

    Tornano prepotentemente alla ribalta, dopo le dimissioni del Presidente della Regione, i problemi legati ai trasporti marittimi da e per le isole minori della Sicilia.

    Questa la dichiarazione congiunta del sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, del sindaco di Ustica, Aldo Messina e del Commissario di Pantelleria, Giuseppe Piazza.

     

     

    Per i cittadini delle isole minori siciliane è il giorno dell’inizio della loro fine: neanche un euro per i collegamenti con navi RoRo, utili anche  al trasporto di rifiuti e gasolio, lo stesso per coprire il costo dei bandi per il funzionamento dei dissalatori e per la produzione di acqua potabile>. I sindaci ricordano che ieri alle 15.02 in aula all’ARS hanno cominciato a bocciare tutto, anche l’emendamento sui trasporti navali per le isole minori con navi RoRo; alle 15.08 hanno provato a ripresentare l’emendamento in aula che alle 18.03 è stato bocciato con i voti del PD, MPA e FLI.

     

    .

    I primi cittadini di Ustica, Favignana e Pantelleria, che già avevano chiesto alla Protezione Civile che fosse proclamato lo stato di emergenza, disgustati per l’ennesima bugia, preoccupati per il disagio sanitario e di ordine pubblico che deriverà da tale dissennata scelta, chiederanno un incontro con il Ministro degli Interni, Annamaria Cancellieri,

    I primi cittadini delle isole di Ustica, Pantelleria e Favignana comunicheranno il 3 agosto, nella conferenza stampa organizzata a Villa Niscemi alle 10, le loro azioni di lotta.