Trappeto, stipendi al Comune un macigno

TRAPPETO. Un paesino di appena 3 mila e 200 abitanti, apparentemente un puntino sulla carta geografica siciliana. Eppure con un grande record: quello della spesa per pagare i dipendenti e i contrattisti del Comune. Ognuno di questi lavoratori pesa mediamente sulle spalle di ogni singolo cittadino trappetese qualcosa come 500 euro l’anno. Il conto è presto fatto: la spesa del personale rendicontata, ultima delle quali relativa al 2012, è pari a un milione e 600 mila euro all’incirca. Spesa che suddivisa tra i residenti arriva alla cifra di 500 euro l’anno in media per singolo abitante. Un rapporto abnorme che non ha potuto far altro che rilevare persino la Corte dei Conti nell’ultima relazione elaborata per la verifica dello stato di salute delle finanze del Comune trappetese. “Si è verificato il mancato rispetto, in sede previsionale, – si legge – del limite imposto dalla Legge vigente di un’incidenza della spesa del personale sulla spesa corrente e di proroghe di contratti a tempo determinato. Da sottolineare la presenza di un numero elevato di unità di personale sia nel 2011 che nel 2012 in rapporto al numero di posti previsti in pianta organica”. Insomma, troppo personale in servizio e di conseguenza troppe spese insopportabili per un piccolo ente come quello di Trappeto. Esiste quindi un evidente esubero in pianta organica: “Al fine del contenimento della spesa del personale – rileva comunque il consiglio comunale – l’Ente, dall’esercizio 2004, ha provveduto a sopprimere i posti che si sono resi liberi in pianta organica per pensionamenti o trasferimenti”. Negli ultimi 10 anni, a dire il vero, in pochi sono andati in pensione: appena 17 unità, cifra irrisoria rispetto all’enormità dei costi sostenuti dal Comune. Effettivamente l’ammontare della spesa del personale nell’anno 2011 è di un milione e 569.436,87 euro, superiore di 229 mila 244,87 euro rispetto alla medesima spesa dell’anno 2004. Quindi spese che sono lievitate anche se il civico consesso ha evidenziato un fatto: “Se si esclude l’importo ricevuto dalla Regione Siciliana per il personale contrattualizzato, pari a 505 mila 584,33 euro, l’importo complessivo della spesa del personale arriva a poco più di un milione, e pertanto entro i limiti della spesa del 2004”. Ma nel frattempo, sino ad arrivare al 2012, i costi sono via via lievitati: oggi infatti la spesa per il personale ammonta a un milione e 153 mila euro, al netto sempre della parte di stipendi a carico della Regione per ciò che concerne i contrattisti. Recentemente i magistrati contabili hanno bacchettato il Comune anche per “il ricorso a frequenti anticipazioni di tesoreria” mentre si denuncia una carente riscossione dei crediti. In pratica mentre l’ente si indebita con le banche, pagando fior di interessi proprio perché manca liquidità, gli evasori riescono ancora ad oggi a scucire quanto dovuto con estrema lentezza. Ecco perché dal 2009 al 2013 gli uffici hanno provveduto ad effettuare accertamenti contro gli evasori fiscali accertando un’elusione pari a 700 mila euro.

how to attract body frames popular pictures
isabel marant sneakers TIPS FOR SHORT MEN PT 2

stretches by yourself thin
burberry scarf10 Fashion Fundamentals Pt 2 6