Trappeto: lavori centro storico, contenzioso ditta-Comune

0
375

TRAPPETO. Eccessivo ritardo nel completamento dei lavori di riqualificazione del centro storico. Troppo lunghi i tempi adottati dal Comune per l’esecuzione del collaudo e l’impresa ora chiede il conto. Per l’esattezza 51 mila euro: “Le operazioni di collaudo – ha rilevato l’appaltatore Tommaso Carlisi – si sono svolte da parte del Comune oltre i tempi previsti nel contratto e ciò ha comportato danni e maggiori oneri a carico dell’impresa”. Nasce così un contenzioso con tanto di citazione in tribunale per il Comune. Decisione che è stata presa dalla stessa impresa dopo avere inviato al Comune stesso un atto di diffida e successivamente una messa in mora nel giugno dello scorso anno. Ad avere attivato questa procedura il “Consorzio Cooperative Costruzioni-CCC Società Cooperativa” e l’“Himera” nella qualità di cooperativa socia ed assegnataria dei lavori. L’opera pubblica che ha causato questo contenzioso riguarda uno stralcio dei lavori di riqualificazione del centro storico di Trappeto. Si tratta della fetta che abbraccia le vie Vespucci, Ragusa, Solferino, Gravina, Discesa Marina e gli spazi interni dove è stata eliminata la sede stradale in conglomerato bituminoso e realizzata una pavimentazione in marmo, con relativa illuminazione artistica e arredi urbani. L’importo di questo appalto ammontava all’incirca a 2 milioni di euro. “Si invita il Comune – ha precisato l’Himera in una nota inviata all’ente municipale – a provvedere immediatamente al pagamento delle somme risultanti dalla riserva esplicitata in sede di collaudo”. La giunta guidata dal sindaco Pino Vitale, che ha ereditato questa situazione essendosi insediata un anno fa mentre l’appalto risulta addirittura originario del 2008, ha dato incarico all’avvocato Luciana Russo di resistere in giudizio. Il legale ha inviato alle imprese una nota con una serie di controdeduzioni e contestazioni, diffidandole dall’intraprendere azioni giudiziarie finalizzate al recupero delle somme: “Queste somme – ha precisato la Russo – non sono dovute dal Comune”. L’amministrazione comunale negli anni ha investito notevolmente sul centro storico, puntando proprio ad una complessiva riqualificazione con l’obiettivo di valorizzarlo. Si è tentato anche, con scarso successo considerate le lamentele dei commercianti, di provate a creare una zona a traffico limitato nelle aree interne del paese per evitare che il passeggio turistico fosse concentrato esclusivamente sul lungomare. Esperimento che durò appena qualche giorno: l’ordinanza, proprio a seguito di queste forti proteste, rientrò. Nonostante tutto l’amministrazione comunale ha proceduto nel corso dell’estate ad abbellire alcune piazzette con piantumazioni di alberi, arredi urbani e ripristino della storica fontana di fronte al municipio, con l’intenzione proprio di rendere il paese più bello ed accogliente.

vogue themes with regard to when it comes to electric wheelchairs
woolrich outlet 6 Alternate Album Covers You Won’t Believe Almost Happened

picking out gentlemen process choices and so it is possible attire the net at the moment
chanel espadrillesNational Horror and Paranormal eBooks