Trappeto, Depuratore malfunzionante riversa scarichi fognari in mare

0
576

 

Di Laura Lombardo

Trappeto: depuratore malfunzionante riversa scarichi fognari in mare. Sotto inchiesta gli atti dell’Amap, l’ente gestore di gran parte dei depuratori nel palermitano, compreso quello, anch’esso contestato, di Balestrate. Dopo la diagnosi inquietante sulle acque di balneazione presso la foce del Canalotto ad Alcamo Marina, il parere dell’Arpa si abbatte come il maltempo, un po’ più ad ovest dello stesso litorale: a Trappeto. A luglio, si legge nel comunicato dell’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, le acque scaricate dal depuratore non erano conformi ai limiti fissati dalla legge e lo scarico era oltre i valori tabellari. Ad emergere — dicono contestualmente i riscontri fatti da polizia municipale e capitaneria — anche l’assenza dei formulari rifiuti al registro di carico e scarico dell’impianto, che sono ovviamente mandatori. Il comando di polizia municipale è determinato nell’applicare sanzioni amministrative a carico di Amap, la società che gestisce il depuratore. Il comandante Giuseppe Russo avrebbe già inviato comunicazione alla Città Metropolitana di Palermo per l’irrogazione della sanzione di illecito amministrativo. In particolare l’Arpa nel luglio scorso aveva prelevato tre campioni di acque: uno presso lo scarico del depuratore prima del recapito finale, un altro presso punti di scarico nel recapito finale e un terzo nel punto di scarico delle acque provenienti dal centro abitato di Trappeto ma non collegate al depuratore. Questi prelievi sono stati effettuati su richiesta del comando di Polizia municipale del comune trappetese, del Circomare terrasinese della capitaneria di porto, e del deputato alla Camera l’alcamese, Antonio Lombardo, a seguito di almeno tre casi di sospetti scarichi irregolari in mare. Sulla cattiva gestione di Amap rimane sorpreso il sindaco di Trappeto, Santo Cosentino, che in sua difesa ha dichiarato: “L’azienda a giugno aveva esperito un guasto alle pompe di sollevamento fognario ubicate in Piazza Trapani che è stato riparato entro la stessa giornata”. Per il primo cittadino poi, “è normale che nel periodo estivo il depuratore comunale vada in sofferenza per il forte incremento delle presenze che passano da 3 mila dei mesi invernali a circa 12 mila”. Infatti — fa sapere — in atto vi è l’iter di avvio dei lavori al depuratore per il suo potenziamento, con fondi stanziati dal Cipe e appalto già affidato. Ci sono però intoppi di natura burocratica dovuti ad alcune integrazioni necessarie in fieri rispetto agli interventi programmati. “La cosa comunque dovrebbe risolversi nei prossimi mesi”. Detto questo, però, a Balestrate, dove il depuratore è già potenziato e secondo specifiche, i problemi sono presenti lo stesso: infatti alla fine di agosto è stata avvistata una grossa chiazza marrone nello specchio di mare antistante il depuratore. E anche qui l’impianto è sempre gestito da Amap. La società infatti gestisce gran parte dei depuratori della provincia di Palermo. Il parlamentare Lombardo ritiene necessario visionare gli atti di book-keeping dell’Amap chiedendo copia dei registri di carico e scarico dei fanghi.