Trapani-UniCusano, aula intitolata a Falcone e Borsellino

0
398

L’aula magna intitolata a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L’iniziativa è dell’Università UniCusano di Trapani che ieri ha voluto intestare uno spazio del proprio ateneo ai due magistrati che furono uccisi in stragi di mafia tra Palermo e Capaci nel 1992. A tagliare il nastro il senatore Vincenzo Santangelo che contestualmente ha dato il via anche all’inizio delle attività dell’università che ha anche inaugurato l’anno accademico 2016/2017. Dopo il taglio del nastro e i saluti da parte delle autorità, sono state illustrate alcune delle attività di UniCusano tra cui le finalità dello sportello anti crisi, recentemente istituito presso il polo, e le tematiche del manuale “Per non perdere la testa”, che fornisce indicazioni pratiche a imprenditori e debitori per favorire il processo di esdebitazione, scritto proprio dal direttore dell’UniCusano Vito Abate. Lo sportello nasce su input del comitato scientifico dell’università con il coinvolgimento di enti locali e istituzioni rispetto al problema di chi ha dovuto cessare le proprie attività commerciali per bancarotta ed è rimasto ingabbiato nella morsa del debito. A tale proposito, la Camera di commercio di Trapani si è fatta parte attiva nel processo di ‘esdebitazione’ di questi soggetti: già da settembre 11 gestori degli organismi di composizione della crisi sono iscritti presso l’ente pubblico e le attività prenderanno il via il prossimo gennaio. Per diventare gestore negli organismi di composizione della crisi è stato attivato un corso specifico di 50 ore presso il polo accademico UniCusano di Trapani. Alla manifestazione sono intervenuti tra gli altri anche i rappresentanti del Siulp, il sindacato italiano dei lavoratori di polizia, che hanno donato al polo uno striscione in memoria delle vittime della mafia. Partner dell’iniziativa Ats, Associazione trapianti Sicilia. UniCusano nel corso della crimonia ha voluto ribadire la propria disponibilità nei confronti della società civile e delle associazioni che operano nel territorio, aprendo le sue porte a quanti vorranno organizzare attività legate al sociale.