Trapani: ruba armi e le nasconde in casa.

0
372

 

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Trapani su richiesta della locale Procura della Repubblica: M.C. pregiudicato trapanese di 38 anni con l’accusa di furto e detenzione illegale di armi comuni da sparo. I militari dell’Arma, a metà dicembre, durante una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’arrestato, sita in un quartiere popolare del capoluogo, hanno rinvenuto tre fucili cal. 12, del tipo di quelli usati per caccia. Le armi erano state ben occultate all’interno del vano ascensore, non funzionante, del condominio, all’interno di un grosso sacco nero, che si apriva tramite una particolare chiave trovata nell’abitazione del pregiudicato.Così hanno esteso, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, la perquisizione anche all’interno dell’ascensore.  Le successive indagini hanno permesso di accertare che M.C. aveva rubato i tre fucili la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2014 presso una villa di Villa Rosina. M.C. si era introdotto nell’abitazione approfittando dell’assenza dei proprietari ed aveva asportato l’intero armadietto metallico dove erano conservati sia i fucili che diversi gioielli in oro. Gli investigatori ritengono che le armi, che sono state sequestrate e che erano in ottimo stato di conservazione e perfettamente funzionanti, erano destinate ad essere rivendute, ma il tempestivo intervento dei militari dell’Arma ha scongiurato questa ipotesi. L’arrestato, terminate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari con l’utilizzo del così detto “braccialetto elettronico”.