Trapani: polizia, carenza di personale

0
468

TRAPANI – La segreteria provinciale della Uil Polizia di Trapani, guidata da Antonio Scifo, denuncia la gravissima assenza del controllo del territorio, in città e nella provincia trapanese, a causa della carenza di personale assegnato all’ufficio volanti. “Qualche giorno fa – racconta Scifo – l’unica volante sul territorio è intervenuta per sedare una lite, col risultato che entrambi gli operatori hanno subito un’aggressione da un soggetto andato in escandescenza. Risultato: lesioni gravi,  contusioni e assenza del controllo del territorio. Si tratta di un disastro già annunciato dalla Uil  e dalla Uil Polizia lo scorso mese di febbraio, e denunciato, nel corso di questi mesi, in tutte le sedi preposte. Purtroppo non si è ancora trovata la giusta  convergenza con il questore, il quale ha continuato a potenziare altri uffici a discapito dell’ufficio volanti, con una grave ricaduta sulla sicurezza dei cittadini”. La segreteria provinciale della Uil Polizia, dunque, protesta fermamente “dissentendo – aggiunge Antonio Scifo – da questa gestione del questore Esposito che ha messo a rischio l’incolumità degli operatori e quella dei cittadini che vedono sempre più affievolire la percezione di sicurezza nel loro territorio. Si proclama, pertanto, uno stato di agitazione che coinvolgerà tutte le parti interessate sino a quando questa amministrazione locale non darà le giuste risposte per preservare il diritto costituzionale della sicurezza dei cittadini”. Sulla carenza di personale all’ufficio volanti interviene anche il segretario generale della Uil di Trapani Giovanni Angileri: “Condivido la protesta della Uil Polizia ed esprimo la mia solidarietà ai lavoratori. Auspico, pertanto, che il questore di Trapani possa al più presto potenziare il personale impiegato nelle volanti, per il bene di chi abita nel Trapanese e nel rispetto degli agenti di polizia che svolgono i loro lavoro in maniera lodevole”. Appena qualche giorno fa era stata denunciata anche la carenza di agenti di polizia all’ufficio immigrazione della Questura di Trapani. Anche in quel caso la Cgil ha proclamato lo stato di agitazione del personale. Gli agenti, terminato il turno di lavoro, si sono auto consegnati in Questura, in segno di protesta contro il Ministero dell’Interno per l’esiguo numero di personale presente all’ufficio immigrazione.