Trapani-Auto imbottita di droga, in manette palermitano

SONY DSC

 

Leto FrancescoCento panetti di hashish e due bustine di cocaina pura: è il grosso quantitativo di stupefacente che i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Trapani hanno rinvenuto, domenica scorsa, all’interno dell’auto guidata da Francesco Leto, 33enne palermitano, finito in manette. La presenza del ragazzo all’interno della piccola utilitaria, ferma in una traversa secondaria, il volto sconosciuto e lo sguardo attento e circospetto, hanno attirato l’attenzione di una gazzella che pattugliava via delle Rose. I militari dell’Arma hanno così deciso di procedere al controllo della vettura. Leto, apparso inizialmente calmo e rilassato, ha iniziato a mostrare evidenti segni di nervosismo non appena i carabinieri hanno incominciato ad incalzarlo con le domande sulla sua presenza a Trapani. E il motivo è apparso subito chiaro dopo la perquisizione: nascosti in un vano segreto sono stati trovati ben 10 chilogrammi di hashish e 220 grammi di cocaina pura. Tutto contenuto in un doppio fondo ricavato ingegnosamente nel cruscotto del veicolo, equipaggiato con un gran numero di deodoranti per coprire l’inconfondibile odore della droga. Inevitabile l’arresto con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente, Leto è stato accompagnato presso la casa circondariale di Trapani, a disposizione della competente autorità giudiziaria. Gli inquirenti, ora impegnati a risalire alla provenienza della droga sequestrata, ritengono che fosse comunque destinata al mercato del capoluogo. Se venduta al dettaglio, è stato stimato che avrebbe fruttato intorno ai centomila euro.