Tornano a Castellammare del Golfo le Ztl alla Cala marina e a Scopello

Fuori le auto da Scopello e dalla cala marina (nella foto) a Castellammare del Golfo. Con un mese di anticipo rispetto alla sperimentazione dello scorso anno l’amministrazione comunale torna a istituire la zona a traffico limitato. Il provvedimento è del sindaco Nicola Coppola che ha emanato un’apposita ordinanza che avrà validità per tutto il mese di aprile e maggio e che riguarderà esclusivamente i fine settimana, quindi venerdì, sabato e domenica. Poi da giugno sarà adottata una nuova e più ampia regolamentazione che coinvolgerà anche il centro storico. Intanto in questi due mesi è previsto a Scopello il divieto nei week-end di ingresso delle auto 24 ore su 24, mentre al porto non si potrà transitare dalle 18 e sino alla mezzanotte. L’amministrazione, nel motivare la sua decisione, sostiene che sono stati tenuti in conto gli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione, sulla salute, sull’ordine pubblico, e sul patrimonio ambientale e culturale del territorio. In pratica in questo modo si vuole tentare di favorire ulteriormente come luogo di aggregazione Scopello e la zona della Cala marina che effettivamente anche in questo periodo pre-estivo sono particolarmente affollate nei week-end. Nel periodo estivo Cala marina e Scopello sono rimaste chiuse al traffico veicolare tutti i giorni e sino alle 2 di notte e sicuramente avverrà la stessa cosa a partire si presume da giugno inoltrato o comunque da luglio. Negli altri periodi invece orari e giorni sono stati ridotti anche perché non c’è lo stesso afflusso di traffico veicolare e turisti come nei tre canonici mesi estivi. Per l’esattezza alla Cala marina la Ztl è attiva nel tratto compreso tra la via Dei Medici e la via Zangara, mentre a Scopello le auto non potranno introdursi al Baglio Isonzo e nelle zone di Marco Polo, San Michele, via Natale di Roma, via Diaz e Piazza Nettuno. Nelle zone a traffico limitato la giunta ha disposto l’ingresso delle auto solo in via eccezionale ai mezzi di soccorso, ai veicoli per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, ai taxi e veicoli da autonoleggio, ai veicoli di enti pubblici e a quelli che trasportano persone disabili. “E’ obiettivo strategico dell’amministrazione comunale – sostiene il primo cittadino – salvaguardare le bellezze del Borgo di Scopello dal transito indiscriminato di veicoli, che già in questo periodo invadono questo territorio. Le zone a traffico limitato e le aree pedonali suscitano benevoli effetti che scaturiscono dalla minor presenza di veicoli a motore e dalle positive ricadute in termini di sicurezza e tutela dell’ambiente”. Sotto questo aspetto Castellammare del Golfo ha già dimostrato di essere al passo con le grandi città europee. Infatti l’istituzione della Zona a traffico limitato è stata estesa dall’attuale amministrazione comunale anche per il periodo invernale, in via sperimentale. L’amministrazione comunale ha introdotto sotto questo aspetto una piccola rivoluzione prolungando quindi le Ztl tradizionali sino al 29 dicembre rimaste attive solo nei week-end, dal venerdì alla domenica. I divieti hanno riguardato non solo Scopello ma anche la Cala marina.