Topi d’appartamento sorpresi ad Alcamo marina, due arresti

0
334

Uno faceva da palo, l’altro nel frattempo scandagliava l’abitazione e cercava di rubare il più possibile. L’ennesimo furto ad Alcamo marina però questa volta non è riuscito. A sventare tutto la polizia che ha letteralmente sorpreso non solo il topo d’appartamento ma anche chi gli avrebbe dovuto coprire le spalle. Sono così finiti in manette due alcamesi, Gaspare Milotta (nella foto a sinistra), 40 anni, e Giuseppe Giorlando (a destra), di 39, entrambi pregiudicati. Quest’ultimo fungeva da palo appena fuori la casa che era stata presa di mira dai due: i poliziotti del commissariato cittadino però con grande astuzia sono riusciti ad evitare di essere visti, intuendo ciò che stava accadendo, evitando così che potesse essere avvertito il compare che stava tentato di svaligiare l’immobile. Giorlando è rimasto letteralmente di sasso e farfugliando qualcosa non ha saputo dare spiegazione agli agenti di cosa ci facesse in quel posto e chi stesse aspettando. Nel frattempo altri poliziotti sono entrati all’interno dell’appartamento ed hanno anche qui sorpreso Milotta con le mani nel sacco. Entrambi sono stati arrestati e su disposizione del Gip sono finiti ai domiciliari con il braccialetto elettronico. Milotta oltretutto è un ex sorvegliato speciale di pubblica sicurezza il quale era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora per avere tentato di svaligiare nel novembre scorso un altro appartamento. Per lui sono numerosi i precedenti specifici per furto in abitazione, ricettazione, porto di armi od oggetti atti ad offendere, violazione di domicilio e reati in materia di stupefacenti. L’arresto dei due “compari” si è consumato nella tarda mattinata di ieri quando Milotta, secondo la ricostruzione degli inquirenti, con l’ausilio di Giorlando che faceva per l’appunto da palo si era introdotto all’interno della villetta dopo aver scavalcato il muro di cinta ed infranto una delle finestre. A questo punto sono entrati in azione i poliziotti che hanno sorpreso entrambi. Sul ruolo di Giorlando non ci sono molti dubbi: gli agenti infatti hanno scoperto nel portabagagli dell’auto sulla quale si trovava un tagliavetro, una tenaglia in ferro ed un grosso giravite, strumenti che si ritiene essere utilizzati per lo scasso. In queste settimane la polizia ha intensificato i controlli proprio nella zona di Alcamo marina dove insistono molte abitazioni che ancora non sono utilizzate in attesa dell’inizio della stagione estiva.