Topi d’appartamento ad Alcamo, banda con due uomini e una giovane coppia

Dopo l’incremento esponenziale dei furti in abitazione, fenomeno che ha avuto il suo clou intorno alla fine dell’estate e che ha destato grande allarme sociale, i carabinieri di Alcamo hanno intensificato le indagini individuando alcuni responsabili.

Gli uomini del nucleo radiomobile hanno adesso arrestato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Trapani, su richiesta della Procura della Repubblica, 4 giovani di età compresa tra i 23 ed i 38 anni (tre uomini e una donna) responsabili a vario titolo di furto e tentato furto aggravati in concorso.

I carabinieri, attraverso l’attenta analisi dei sistemi di videosorveglianza e l’ausilio di alcuni testimoni, sono riusciti ad individuare i 4 alcamesi {tre uomini con precedenti e la giovane in censurata, fidanzata con uno dei te} come i responsabili di tre diversi furti, di cui uno non andato a buon fine per l’intervento del proprietario di casa.

Gli episodi che hanno visto protagonisti i 4 giovani sono avvenuti tra ottobre e novembre, dunque in pieno periodo di restrizioni anti-contagio. E proprio a tali norme, i malviventi avevano dovuto adattare il loro modus operandi, prediligendo la fascia oraria pomeridiana a quella notturna. I ladri, individuata l’abitazione da svaligiare, effettuavano un sopralluogo preventivo e, una volta appurata l’assenza dei proprietari, uno forzava la porta di ingresso introducendosi ed asportando quanto rinvenuto, mentre gli altri attendevano fuori con compiti di “palo”. Dopo il colpo il gruppo si dava subito alla fuga. Gli oggetti asportati erano di poco valore, in tutto ammontante a circa mille euro. I quattro alcamesi sono stati posti ai domiciliari.