Tentano di rubare materiale ferroso da un’azienda

    0
    390

    La luce del giorno non ha fatto da deterrente per due pregiudicati marsalesi che, in pieno pomeriggio, hanno cercato di introdursi all’interno dell’Eurofish di via Salemi.

    E’ stato, così, arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Marsala insieme al personale delle Volanti del Commissariato di P.S. di Marsala, intervenuti in seguito alla segnalazione di cittadini che avevano notato movimenti sospetti all’interno dell’azienda, Boris Comella, marsalese di 29 anni, mentre è stato denunciato a piede libero il suo complice D.M.G., 37enne.

    Quando, infatti, carabinieri e poliziotti sono arrivatiti sul posto hanno sorpreso in flagranza di reato solo Comella, che cercava di portare via, dopo aver forzato il cancello d’ingresso della struttura, degli estintori e del materiale in ferro. E’ stato subito bloccato ed accompagnato presso la caserma di Villa Araba.

    Le successive ricerche hanno, consentito agli inquirenti di individuare il complice D.M.G., trovato nelle vicinanze e con gli abiti ancora sporchi per il reato appena commesso. Comella è stata sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa del giudizio direttissimo innanzi al Tribunale lilibetano.

    (Nella foto: Boris Comella)

     

    N.B.: La Compagnia Carabinieri di Marsala chiede di procedere a rettifica dell’articolo, pubblicato sulla base di un precedente comunicato stampa, pervenuto dalla stessa Compagnia, “nella parte in cui si fa riferimento all’azienda “Eurofish”, con la seguente dicitura: “da diverso tepo sottoposta a procedura fallimentare, significando che la stessa non rispecchia la veritiera ed attuale situazione della società in argomento ed è stata inserita per mero errore materiale”.