Teatro Cielo d’Alcamo. Fatta perizia di variante, ripresi i lavori

Ripresi da alcuni giorni i lavori per la realizzazione degli impianti di climatizzazione del teatro Cielo, che consentiranno anche il risparmio energetico. Una vicenda che inizia quasi due anni e mezzo fa quando il Comune di Alcamo presenta la domanda alla Regione per ottenere un finanziamento di quasi 500 mila euro.

I lavori consentiranno la piena fruizione del teatro, dove durante l’inverno per assistere alle rappresentazioni occorre un vestiario particolarmente pesante perché all’interno si gela. Gli interventi erano stati interrotti perché si è resa necessaria una perizia di variante.  Dopo varie lungaggini lo scorso tredici novembre il Comune ha consegnato i lavori all’impresa, un Consorzio di Favara, che ha vinto la gara d’appalto, praticando un ribasso del 29,99 per cento su un importo a base d’asta di 239 mila e 547 euro. Immancabili i soliti comunicati stampa del Comune a più voci per portare a conoscenza la notizia. Tutto sembrava a posto. Finalmente gli alcamesi e non solo potranno seguire le rappresentazioni, recite e saggi di fine anno.

Allo stato attuale purtroppo tutti gli spettacoli sono fermi a causa del covid 19. Ma non è stato il covid  19 a fermare i lavori al teatro Cielo. Ci si è accorti che occorrono particolari interventi per installare un’apparecchiatura. Così si rende necessaria una perizia di variante. La conseguenza è  che il completamento è destinato a slittare. La conclusione dei lavori era prevista per il prossimo 21 aprile. Ma non sarà possibile rispettare questa scadenza.