Spesso ubriaco, picchiava il padre 80enne

0
396

Nonostante si trovasse agli arresti domiciliari a Custonaci, dove era finito nel maggio scorso proprio per la sua condotta violenta all’indirizzo dell’anziano padre, e fosse stato successivamente sottoposto all’allontanamento dalla casa familiare, non si faceva scrupolo di raggiungere comunque l’abitazione dell’80enne, picchiandolo talvolta così furiosamente da provocargli delle lesioni, spesso anche per motivi assai futili. In preda ai fumi dell’alcol, la sua ira distruttiva investiva anche i mobili della casa del genitore. A porre fine alle intemperanze di Fabrizio Ebole, quarantenne con precedenti, sono stati i Carabinieri del Nucleo Radiomobile in collaborazione con i colleghi della Stazione di Napola, che oltre a svolgere un arduo compito di mediazione tra le parti, hanno raccolto tutta una serie di elementi sulle condotte violente ed illecite dell’uomo, che hanno portato alla richiesta dell’aggravamento della misura cautelare. Ed infatti grazie al quadro accusatorio raccolto, l’Autorità Giudiziaria, ha emesso l’ordine di custodia cautelare in carcere, eseguito ieri sera dai militari, che hanno raggiunto l’uomo a Custonaci dove nel frattempo era domiciliato, associandolo alla Casa Circondariale di Trapani San Giuliano. Forse solo adesso l’anziano padre potrà tirare un sospiro di sollievo, ritenendosi finalmente al riparo dalle ingiustificabili brutalità del figlio.