“Sole e stelle delle Egadi”, progetto per le rinnovabili

    0
    317

    Nuovo appuntamento a Favignana con il progetto “Sole e stelle delle Egadi”, realizzato da AzzeroCO2 con un finanziamento di 1.165.000 euro sui 4 milioni complessivi disponibili del bando “Fonti rinnovabili, risparmio energetico e mobilità sostenibile nelle isole minori” del Ministero dell’Ambiente.

    Il 21 e il 22 settembre si terranno a Palazzo Florio due incontri con i cittadini e gli operatori turistici per illustrare le modalità di partecipazione al bando solare, fotovoltaico e mobilità. In particolare il primo, con i cittadini per il “Bando solare termico e fotovoltaico”, alle 18, e il secondo, con gli operatori turistici sul “Bando solare termico, fotovoltaico e mobilità” alle 17.

    La conferenza di presentazione del progetto “Sole e stelle delle Egadi” si era svolta sull’isola circa un mese fa. Il progetto prevede uno sviluppo delle energie rinnovabili a basso impatto territoriale sulle tre isole di Favignana, Levanzo e Marettimo. Contestualmente alla conferenza era stato inaugurato anche lo Sportello Energia, che ha sede sempre a Palazzo Florio, e che per sei mesi informerà i residenti sulle opportunità offerte dal bando.

     

    I residenti stabili, stagionali e, appunto, gli operatori turistici, potranno ottenere finanziamenti per diverse tipologie di interventi: impianti fotovoltaici e impianti solari termici integrati nell’architettura del luogo e nel paesaggio per edifici pubblici e privati; generatori a oli vegetali con motori della potenza di circa100 kW; un progetto di mobilità sostenibile che prevede biciclette a pedalata assistita, motorini elettrici, colonnine e pensiline fotovoltaiche per la ricarica dei mezzi.

     

    Verranno inoltre proposti ed organizzati Gruppi d’Acquisto Solidali di tecnologie rinnovabili per i cittadini delle tre isole. Gli obiettivi di “Sole e stelle delle Egadi” sono favorire la diffusione nel territorio delle energie da fonti rinnovabili, promuovere tecnologie efficienti e incentivare la mobilità sostenibile, che porteranno a un risparmio energetico di circa 5.700.000 kWh elettrici all’anno e il conseguente abbattimento delle emissioni di CO2 di oltre il 36% rispetto al livello attuale.