Sempre più alta e ampia la richiesta dei cittadini agli amministratori di rinunciare agli emolumenti per fare politica

Una mozione d’indirizzo per rinunciare alle indennità di funzione e dei gettoni di presenza da parte dell’amministrazione è stata presentata dal gruppo Movimento e Libertà e dal PDL di Paceco.

Viste le condizioni di crisi economica generali, dicono i consiglieri del PDL e del movimento per la libertà, dopo la diminuizione del trasferimenti erariali che hanno messo in difficoltà i Comuni e su una richiesta formale ma non ufficiale da parte della popolazione del taglio degli emolumenti agli amministratori, è il caso di rinunciare alle indennità per gli amministratori.

La questione attraversa tutti i Comuni e le cittadinanze dove le polemiche per gli emolumenti a Sindaco, assessori e consiglieri, gettoni di presenza compresi nelle commissioni e nelle sedute consiliari, hanno raggiunto livelli di maggioranza assoluta tra la popolazione che sempre più richiede che Sindaco, assessori e consiglieri rinuncino agli emolumenti per amministrare e fare politica.