147 milioni per i Comuni trapanesi, nemmeno 1 Euro per Alcamo Marina

0
283

“Perche’ Alcamo Marina non rientra tra le localita’ del trapanese che devono adeguarsi alla direttiva 91/271 della comunita’ europea sulle acque reflue e, quindi, nella necessita’ di costruire e potenziare tutte quelle impiantistiche necessarie a superare la procedura di infrazione comunitaria in materia ambientale e, cosa assai piu’ importante, i rischi igienico-sanitari e l’inquinamento marino?”

Se lo chiede, e lo chiede, il M5S siciliano che ha rpesentato una interrogazione all’Ars.

“Se il Governo regionale”- dice Cinque Stelle- ” è a conoscenza dei disservizi, del degrado e del sottosviluppo che affliggono tutta l’area di Alcamo Marina, che sarebbe per la Sicilia intera una zona marittima di altissimo pregio;
se vi è intenzione di intervenire in via subordinata, al fine di sostituirsi all’immotivato immobilismo dell’amministrazione comunale, affinché si possano fornire ai cittadini quei servizi basilari, come ad esempio la rete idrica e fognaria, che ad oggi sono assenti e per i quali non è mai stata mostrata alcuna forma di interesse. Per la provincia di TP sono 15 gli interventi che verranno fatti, per un ammontare di 147 milioni di euro, divisi tra questi comuni: Campobello di Mazara, Castelvetrano, Trapani, Marsala, Mazara e Castellammare del Golfo”.