Scomparso da casa ad Alcamo da venerdì, cella telefonica intercettata a Milano

Aveva inviato un messaggio alla famiglia all’indomani della sua scomparsa: Christian Amato, 19 anni, si è allontanato da Alcamo lo scorso venerdì 2 dicembre. Nel testo  inviato ai familiari aveva riferito di stare bene e di essersi allontanato da casa volontariamente. A denunciare la scomparsa ai carabinieri di Alcamo sono stati i genitori del giovane da allora non hanno ricevuto ulteriori notizie. Il cellulare staccato per ore, è stato forse riattivato per qualche momento: un fortunato sprazzo di tempo che ha permesso ai carabinieri di rintracciarne il segnale, tramite le celle telefoniche, in territorio di Milano.

E’ possibile quindi che il 19enne abbia preso un aereo o un treno venerdì per raggiungere il capoluogo lombardo. ‘Al momento della scomparsa – si legge nell’appello pubblicato su Facebook dai genitori – Christian indossava jeans chiari, scarpe Adidas con bande laterali e un giubbino blu da cui fuoriusciva il cappuccio rosso della felpa’. Il numero di telefono della madre pubblicato nello stesso post per ricevere eventuali notizie sul figlio, non risulta adesso raggiungibile da qualche ora. Una strana coincidenza che può però essere legata al dolore di una madre che, in questo momento, chiusa in un profondo stato di preoccupazione, non ha la forza di sentire nessuno, se non le forze dell’ordine.

La famiglia poco tempo fa aveva subito la tragica e prematura scomparsa del cugino di Christian, morto a 19 anni. Il ragazzo scomparso, fino allo scorso anno, aveva frequentato il liceo statale “Vito Fazio Allmayer” di Alcamo. Non aveva completato però gli studi e non si era presentato in classe all’inizio dell’anno scolastico in corso. E’ adesso maggiorenne e quindi ha, nelle sue facoltà, anche quelle di allontanarsi da casa e trasferirsi altrove. I carabinieri hanno però il dovere di effettuare le ricerche alla luce dell’esistenza di una denuncia di scomparsa. Le indagini volgono in pratica ad accertare le buone condizioni di salute del diciannovenne e se abbia preso la sua decisione in assoluta libertà e senza costrizione alcuna.

La vicenda è sotto il costante monitoraggio dei carabinieri di Alcamo che, dopo l’intercettazione del segnale telefonico, hanno attivato i colleghi della Lombardia. Tante possono essere le ragioni che conducono un giovane, in generale, ad andar via in maniera spontanea dal proprio nucleo familiare: voglia di indipendenza, situazione familiare difficile, relazioni amorose, voglia di riscatto, paura.  Forse una di queste ha messo in moto Christian.