Scirocco, pericolosi roghi a Balestrate ed Erice. Danni ai mezzi Agesp

Ritorna lo scirocco e ripartono i roghi. Oramai, dalle nostre parti, è un appuntamento fisso. Ieri diversi focolai hanno interessato sterpaglie e piccoli alberi lungo la strada Le fiamme hanno lambito alcune abitazioni di villeggiatura e poi minacciato il deposito di pneumatici dell’azienda Bologna Tires, nei pressi dello svincolo autostradale. Sono invece andati bruciati alcuni copertoni dismessi e tre automezzi della ditta AGESP che gestisce la raccolta dei rifiuti a Balestrate e Trappeto.

Un’alta coltre di fumo nero si è sollevata nel pomeriggio di ieri fino ad invadere l’autostrada Palermo-Mazara del Vallo. Sul posto sono arrivate ben quattro squadre dei vigili del fuoco, due autobotti e due autopompe, nonchè la protezione civile. La prima chiamata di allarme aveva segnalato che il fuoco fosse penetrato all’interno del deposito di gomme.

I vigili del fuoco di Partinico, una volta arrivati sul posto, si sono però accorti che il rogo avesse raggiunto anche i camion dei rifiuti che si trovavano lì accanto. Le operazioni di spegnimento sono durate circa tre ore e poi la situazione è ritornata sotto controllo.

La giornata di ieri è stata davvero difficile e impegnative per i pompieri che sono dovuti intervenire purè a Grisì. Fiamme anche nel trapanese e in particolar modo nella frazione ericina di Pizzolungo. Qui l’incendio ha raggiunto alcune villette annerendo le mura esterne. Il grande incendio, spento poco prima delle 20, era divampato alle spalle della la Cittadella della salute e ha minacciato anche le abitazioni di San Cusumano e Piano Guastella.

Per domare il rogo sono intervenute diverse squadre della Forestale, vigili del fuoco e della Protezione Civile, un elicottero ed un canadair. Scongiurata in extremis l’avanzata delle fiamme verso la parte alta della montagna e quindi verso centro abitato di Erice Vetta.