Sponsor alla Riviera Marmi e fatture false. 21 indagati

Avviso di conclusione delle indagini per 21 persone coinvolte in una frode fiscale.  Tra questi anche l’ex sindaco di Custonaci Giuseppe Bica, in presidente del Consiglio direttivo e rappresentante legale fino al 2010 della Riviera Marmi, squadra di calcio custonacese al centro delle indagini, e il vicesindaco Giovanni Noto componente del Consiglio direttivo della stessa società calcistica. Secondo l’accusa, le somme versate dagli sponsor tra il 2010 e il 2014 alla squadra che, fino al 2017, giocò nel campionato di Eccellenza, sarebbero rientrate alle stesse aziende.

In pratica nelle varie dichiarazioni dei redditi le fatture per le sponsorizzazioni sarebbero state prodotte in maniera tale da eludere le imposte. Per di più sulle malie e sul materiale sportivo della squadra, e nemmeno sulla cartellonistica allo stadio, non c’era traccia di tale pubblicità. Le indagini della Guardia di Finanza di Trapani hanno portato alla scoperta di un “modus operandi”, sempre uguale, con l’obiettivo principale di sottrarre somme al fisco. L’evasione avveniva attraverso l’emissione di fatture per sponsorizzazioni false in tutto o soltanto in parte.

Durante le indagini la Guardia di finanza ha sequestrato diversi documenti contabili con controlli incrociati che avrebbero consentito agli investigatori di ricostruire le dinamiche del raggiro.

Sul registro degli indagati sono finiti anche Paolo Ruggirello (omonimo dell’ex deputato regionale) amministratore della “Gi & Gi”, gli ex presidenti della Riviera Marmi Giovanna Piccione, Antonina Ruggirello, Luca Candela e Giuseppe Bica; Salvatore Carpinteri, titolare di una ditta  di articoli anticendio e antinfortunistici; Nicolò Busacca della Egatour Viaggi; Pietro Salvatore Morello della Fin Op; Salvatore e Marisa Pomara della Pomara Group; Antonino Campaniolo, della Try Invest; Calogero Gallo del pastificio Gallo; Giuseppe Gammicchia titolare dell’omonima ditta; Massimo Zinna amministratore della Oasi; Daniele Marotta della Eurocondomini; Vito Giambino ed Andrea Abrignani  della Maif Ascensori; Maurizio Di Filippo della M. D.; Francesco Sanclemente della Sanclemente Srl e infine Giuseppe Tagliavia della Coffee Express.