Satiro danzante. Capolavoro a rischio per carenza di manutenzione

C’è anche il Satiro danzante tra i grandi capolavori d’arte siciliani da salvare. Opere d’arte ammirati da migliaia di persone di tutto il mondo, che sono il simbolo della bellezza della Sicilia. Ma sono opere antiche e quindi anche fragili che necessitano di continue attenzioni per evitare il degrado e quindi la possibile perdita di beni di ingente valore. Da questa analisi nasce una lista predisposta dall’Istituto regionale per la conservazione e il restauro. Un elenco che sarà consegnato all’assessore regionale ai Beni culturali per programmare gli interventi non più rinviabili. Per quanto riguarda il Satiro danzante sono alcune porzioni del suo bronzo recuperato dal mare a preoccupare i tecnici dell’istituto di restauro di Palermo e così la statua figura al primo posto tra i beni da tutelare. Il Satiro è stato esposto a palazzo Montecitorio, ai Musei capitolini, al museo nazionale di Tokyo, all’Expo di Aichi e persino al Louvre di Parigi. Del Satiro si parla solo quando deve viaggiare e quasi niente della manutenzione. L’opera ha bisogno di mirati interventi. Oltre ai capolavori anche i musei siciliani che li ospitano debbono essere migliorati, Le opere d’arte sono il principale veicolo delle presenze turistiche in Sicilia. Turismo oggi in grande difficoltà a causa del coronavirus e per tale motivo meritano la massima attenzione tutti i settori che coinvolgono questo veicolo economico isolano.