San Vito Lo Capo, dieci giorni di grandi spettacoli per il Cous Cous Fest

 

Il Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo continua a crescere e supera se stesso edizione dopo edizione. Quest’anno il calendario degli eventi si allunga, passando da sei a ben dieci giorni, e con un programma d’eccezione che vedrà ogni sera, dal 18 al 27 settembre, le esibizioni live di grandi artisti sul palco di piazza Santuario: da Vinicio Capossela ad Elio e le storie tese, da Caparezza a Marracash, da Giobbe Covatta a Giovanni Cacioppo.

Caparezza Museica Tour II oriz_credits DALOISO&D'ANDREAstudio

Si comincia venerdì 18 settembre con la band siciliana dei Tamuna, espressione pluralista di generi musicali e guardiana del dialetto siciliano, mentre sabato 19 settembre sbarca a San Vito Lo Capo uno dei “rapper-cantautori” più interessanti dell’attuale panorama musicale, Caparezza con il suo Museica tour II-The exhibition, uno show carico di energia che spazia tra tutti i generi musicali.

image (7)

Domenica sera risate assicurate con il cabaret del grande comico napoletano, Giobbe Covatta che porterà in scena “Sei gradi”, il suo ultimo spettacolo che prende il nome dall’aumento dei gradi centigradi della temperatura del nostro pianeta immaginando, con la sua consueta ironia, come diventerà tra qualche anno il mondo.  Lunedì 21 settembre il palco sarà dei Babilon Suite, gruppo di origine catanese dallo stile particolare che intreccia sperimentazioni sonore, arrangiamenti eleganti ed inedite trame cantate. Elio bax

Martedì 22 settembre uno dei concerti più attesi, quello di Elio e le storie tese, gruppo cult milanese, con i suoi brani che coniugano testi ironici e surreali e raffinate sonorità rock.

vinicio capossela

Mercoledì 23 è la volta di Vinicio Capossela, artista raffinato e poliedrico, appassionato e appassionante, tra i cantautori italiani di maggior talento che a San Vito porterà il suo progetto “Nel paese dei coppoloni Still Alive”, un concerto sanguigno e ballabile che prende il nome dall’omonimo romanzo firmato dall’artista, candidato al Premio Strega 2015.

marracashGiovedì 24 settembre farà tappa al Cous Cous Fest Marracash, uno dei più conosciuti rapper italiani con il suo “Status tour” che promuove il nuovo, attesissimo, album che vanta collaborazioni artistiche con grandi musicisti italiani tra cui Tiziano Ferro, Fabri Fibra, Salmo, Neffa e Guè Pequeno.

Venerdì 25 spazio all’energia dei Rumba de Bodas, band nata nel 2008 dall’unione di otto musicisti provenienti da diverse idee ed esperienze. La loro musica unisce groove latino, balcanica, swing, ska e reggae e colleziona tappe in tutto il mondo. Sabato 26 settembre Popshock vj set, di una delle band del momento, farà ballare il pubblico fino a tarda notte e firmerà anche un originale video mapping in piazza ispirato alla storia della cittadina.

Giovanni-CacioppoDomenica 27 settembre il gran finale con lo spettacolo di cabaret di un vulcano di simpatia e di umorismo meridionale, Giovanni Cacioppo che ama divertire il pubblico raccontando le contraddizioni del Sud e dei suoi abitanti.

A condurre gli appuntamenti l’attore e chef italo-americano Andy Luotto, la showgirl siciliana Eliana Chiavetta, Vladimir Luxuria e Federico Quaranta, del duo Fede e Tinto di Decanter. Il tutto ovviamente nella cornice più ampia della festa di sapori e civiltà che celebra il cous cous come piatto della pace, comune a tantissime culture, che per il diciottesimo anno farà incontrare a San Vito Lo Capo dieci Paesi diversi che si confronteranno a tavola per la gara internazionale all’insegna dell’integrazione e dello scambio.