Rubano il motorino al postino

    Erano diventati un vero e proprio incubo tra i residenti e i commercianti della frazione trapanese di Xitta. Ormai nella piccola località alle porte di Trapani nessuno si sentiva al sicuro per la possibilità di diventare uno dei potenziali obiettivi della banda. A farne le spese ieri pomeriggio persino il postino che a bordo del ciclomotore di proprietà delle poste stava recapitando la corrispondenza nella zona. Il mezzo lasciato ancora acceso, a pochi metri di distanza per consegnare la lettera a casa di un’anziana, è subito diventato preda dei due terribili fratelli che sono saltati in sella dileguandosi sotto lo sguardo stupito ed  incredulo del portalettere. Questa volta però ai due è andata male perché in zona stava transitando una pattuglia dei Carabinieri dalla Compagnia di Trapani, che proprio negli ultimi tempi hanno intensificato i controlli dopo le numerose segnalazioni dei residenti della zona di una serie di furti, danneggiamenti e prepotenze messe in atto da alcuni giovani del posto. I militari hanno iniziato il facile inseguimento dei due giovani ladri, che non si erano accorti di aver disseminato evidenti tracce del loro passaggio: lettere che man mano cadevano dal bauletto posteriore del ciclomotore. Quando sono stati raggiunti stavano già smontando il mezzo a due ruote; accortisi dei militari sono fuggiti a piedi nelle campagne circostanti, ma sono stati presto bloccati dai militari. I ladruncoli, nonostante la giovane età , erano ben noti alle cronache giudiziarie. Per il 19enne Salvatore Genna è scattato l’arresto, mentre il fratello ha evitato le manette solo in quanto minorenne: è stato denunciato in stato di libertà alla Procura dei minorenni di Palermo e quindi affidato ai genitori.

    (Nella foto: Salvatore Genna)