Riserva di Monte Bonifato, 40 anni il 29 giugno. Associazioni in trekking

0
185

Quarant’anni e, purtroppo, portati molto male. È la riserva ‘Bosco d’Alcamo’ di Monte Bonifato che esattamente fra dieci giorni, il 29 giugno prossimo, compie il suo quarantennale di vita. La vasta area verde sorge sulla montagna alcamese e va dai 340 metri sul livello del mare fino a 825 metri per una superficie complessiva di circa 313 ettari. La riserva di Monte Bonifato, negli ultimi quindici anni, ha davvero ricevuto poche attenzioni ed attualmente è tra le più dimenticate dell’intera Sicilia. Tanti i provvedimenti necessari e mai rispettati a partire dalla mancanza di un direttore che va avanti da tantissimi anni. L’ente gestore è il Libero Consorzio, l’ex provincia, che seppur in possesso del personale non riesce a dare decoro al territorio. Alberi abbattuti o pericolanti, are pic-nic in parte devastata, parco avventura dismesso e pericoloso, ex albergo la Funtanazza non più funzionante dopo l’ultima assegnazione ad una cooperativa che, in breve tempo, annullò la convenzione. Da quasi due decenni manca anche un direttore e il funzionario dell’ex provincia che ne faceva le funzioni è adesso andato in pensione. Diversi gli attacchi incendiari al bosco di monte Bonifato, alcuni terribili altri meno gravi. Da tempo, anche per arginare i piromani, si parla del ritorno della gestione al corpo forestale. Riunioni, tavoli operativi, interlocuzioni con l’assessorato regionale e disponibilità finora rimasta soltanto sulla carta. Il bosco è costituito prevalentemente da conifere miste a latifoglie, risultato di una intensa attività di rimboschimento iniziata negli anni venti del secolo scorso e continuata fino agli anni ‘80. Adesso però i vecchi alberi andrebbero sostituiti con lecci e roverelle più adatte a quelle attuali. All’interno della Riserva Naturale Orientata “Bosco d’Alcamo”, anche Sito Natura 2000, e in prossimità della stessa riserva si trovano resti di interesse storico-culturale e archeologico. I quarant’anni dall’istituzione saranno ricordati con una manifestazione organizzata da numerose associazioni, capofila FareAmbiente, che si terrà il 29 giugno a partire dalle ore 9 con il raduno nel piazzale della Funtanazza. Poi un passeggiata trekking con soste a tema a cura di Archeoclub, Cai, Fire rescue, Croce Rossa, Laurus, Atletica Alcamo ed Ernesto Di Lorenzo Editore. A fare da motore all’iniziativa il laboratorio di Alcamo di FareAmbiente.