Poste, riaprono Marsala 3 e Castelvetrano 1. Azienda: “Limitare presenze”

poste italiane
poste italiane

Dopo le lamentele dei sindacati e le segnalazioni di alcune associazioni, Poste Italiane fa il punto sulle misure anti-Covid in provincia di Trapani. Sin dal primo momento dell’emergenza sanitaria Poste Italiane si è impegnata per garantire un accesso in sicurezza per i dipendenti e i clienti dei 70 Uffici Postali del trapanese. Le disposizioni in vigore che regolamentano gli accessi alle sedi di Poste Italiane, hanno comportato una parziale riorganizzazione dei servizi offerti dall’Azienda per limitare al massimo gli assembramenti.

Avviato anche un programma di screening con tamponi rapidi che coinvolge, su base volontaria, gli 378 dipendenti degli Uffici Postali della provincia trapanese per individuare in modo precoce eventuali casi di positivi asintomatici. Poste Italiane ha inoltre chiesto che i dipendenti che svolgono la loro attività a contatto con il pubblico abbiano accesso prioritario alla campagna di vaccinazione. Inoltre, in 69 uffici postali della provincia di Trapani sono stati installati dei termoscanner per la rilevazione della temperatura corporea, davanti ai quali i clienti dovranno sostare pochi secondi prima di poter accedere nella sala al pubblico.

Negli uffici della provincia, inoltre, sono in vigore altre misure di sicurezza come, ad esempio, l’accesso consentito esclusivamente con mascherina protettiva, l’ingresso contingentato in base alle dimensioni della sala al pubblico, il mantenimento della distanza interpersonale anche grazie all’installazione di apposita segnaletica, l’installazione di barriere in plexiglass a protezione degli operatori.

Le poste hanno anche previsto un progressivo ampliamento dell’operatività degli Uffici, e, in provincia da oggi, sono rientrate in funzione le sedi di Marsala 3 in via Nino Bixio e Castelvetrano 1 in via Giuseppe Mazzini con orari di apertura soltanto al mattino. L’azienda, infine, vuole rinnovare l’invito a rivolgersi agli uffici postali esclusivamente per operazioni essenziali e indifferibili.