Rete idrica di Marsala, terza rottura in pochi giorni. Rimane a secco zona nord

0
157

La rete idrica di Marsala, sia quella interna che quella esterna di adduzione, è un vero e proprio colabrodo. Il centro abitato, per la terza volta in pochi giorni, è rimasto senz’acqua. “Cari cittadini, purtroppo, per la terza volta consecutiva la nostra città subisce un’interruzione dell’erogazione idrica a causa di una nuova rottura della conduttura principale. Gli esperti del settore stanno suggerendo tutte le modalità tecniche possibili per ridurre i tempi di riparazione” Così, con una sorta di lettera aperta alla cittadinanza, si è espresso il sindaco di Marsala, Massimo Grillo.

“Sono consapevole dei disagi che si stanno creando e desidero farvi arrivare – ha continuato il primo cittadino – tutta la mia più profonda comprensione per le difficoltà che dovremo affrontare. Ho nuovamente allertato Protezione civile e il Corpo forestale per ridurre i disagi, chiedendo un tempestivo intervento per fornitura con autobotti. Come voi, ritengo questi incidenti inaccettabili, – ha scritto il sindaco di Marsala ai cittadini – ma stiamo lavorando senza sosta per risolvere il problema. In collaborazione con il settore Lavori pubblici, ho disposto un’indagine approfondita per avere cognizione sulle cause della nuova rottura, anche se è noto che la nostra rete è vecchia, fatiscente e logora, risalente agli anni ’80 e che andrebbe sostituita integralmente.  Ringrazio gli Enti – ha concluso Grillo – che hanno tempestivamente dato disponibilità di mezzi, a cominciare dal 37° Stormo dell’Aeronautica e dall’Ispettorato delle Foreste”.

Una vera e propria “lettera aperta alla città” la dichiarazione del sindaco Grillo, rammaricato di dovere nuovamente comunicare la momentanea sospensione dell’approvvigionamento idrico in città. L’assessorato al servizio idrico di Marsala, diretto da Ivan Gearardi, ha rilevato un nuovo danno alla condotta principale di contrada Pastorella, nel versante sud del territorio marsalese. La rete idrica interessata è la stessa che, solo da qualche giorno, era stata riattivata a seguito di altri due guasti consecutivi. Con l’erogazione idrica adesso interrotta, le maggiori criticità sono adesso per la zona nord. Per rimettere in funzione gli impianti occorrerà attendere almeno fino a domani. Intanto, l’Amministrazione Grillo ha informato della grave situazione emergenziale sia la Prefettura che le Autorità militari. Inoltre, è stato allertato il servizio autobotti per garantire prioritariamente l’acqua nelle strutture sanitarie e assistenziali, nelle scuole e nelle attività commerciali.