Raccolta dei rifiuti ad Alcamo, la CICLAT di Ravenna firma contratto settennale. Indifferenziato a peso

Nel mese di marzo era stata l’unica ditta a partecipare alla gara d’appalto per la raccolta settennale dei rifiuti ad Alcamo e quindi, dopo i relativi controlli, a ottenere l’incarico. Adesso la Ciclat di Ravenna ha sottoscritto il contratto e dal primo dicembre prossimo, salvo imprevisti diventerà il nuovo gestore della raccolta dei rifiuti e della pulizia del territorio alcamese. Il servizio dovrebbe poi entrare completamente a regime entro la fine dell’anno.

L’appalto settennale prevede raccolta e trasporto, spazzamento delle strade, smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati ed indifferenziati, manutenzione del verde pubblico, pulizia delle caditoie, diserbatura delle cunette, gestione del CCR (Centro Comunale di Raccolta) di contrada vallone Monaco ma anche altri servizi di igiene pubblica nel territorio quali derattizzazione e deblattizzazione. Un appalto da oltre 37 milioni di euro per la società cooperativa Ciclat. Con l’arrivo del nuovo gestore verranno separate le raccolte del vetro e dei metalli, la prima avverrà una volta ogni due settimane, come già avviene adesso, ma la seconda verrà effettuata soltanto una volta al mese.

Verranno distribuiti contenitori personalizzati, sia alle singole abitazioni che ai condomini, che andranno a ridisegnare il pagamento delle tariffe e la raccolta del cosiddetto indifferenziato. L’identificazione di ogni contenitore e quindi di ogni utenza consentirà infatti agli operatori della CICLAT di pesare l’indifferenziato prodotto in modo tale che l’utente paghi in bolletta quanto effettivamente prodotto e non differenziato. A breve la ditta CICLAT interverrà anche nel sito del CCR dove dovrà effettuare alcuni interventi di ristrutturazione e l’installazione di nuovi cassoni carrabili e della segnaletica.