Quattro arresti effettuati dai carabinieri

    0
    319

    Quattro arresti sono stati effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Monreale, in distinti servizi tra il comune normanno e la Valle dello Jato, per reati contro il patrimonio e in materia ambientale.

    I militari di San Giuseppe Jato hanno tratto in arresto, per tentata rapina, Dejan Stanojevic, 33 anni, pluripregiudicato di nazionalità serba, in quanto insieme ad un complice, sfuggito e attualmente ignoto, si era introdotto in una villa bifamiliare: i proprietari dell’abitazione, allarmati dai rumori provocati dagli arnesi da scasso, hanno subito allertato i Carabinieri che, immediatamente intervenuti insieme ad una pattuglia della vicina S. Cipirello, sono riusciti a catturare ed arrestare l’uomo.

    I due malviventi, per evitare la cattura, avevano aggredito gli occupanti della villetta che li avevano scoperti, tra cui una donna al quarto mese di gravidanza ma, al sopraggiungere dei militari, il complice è riuscito a darsi alla fuga nelle campagne circostanti, mentre Stanojevic è stato bloccato dai militari.

    Quest’ultimo, che aveva anche tentato di fornire false generalità ai militari per evitare di esser correttamente identificato, in seguito agli accertamenti sulla sua identità, è risultato colpito da un decreto di espulsione dal territorio nazionale, dovuto a reati analoghi.

    L’arrestato, è stato tradotto presso l’ “Ucciardone,” dove rimarrà a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza davanti al GIP.

    In un’altra operazione i Carabinieri di San Cipirello hanno tratto in arresto Stefania Crisafi, di 30 anni, in quanto durante un controllo effettuato con l’ausilio di tecnici delle Acque Pubbliche Siciliane, hanno accertato che la donna aveva effettuato l’allaccio abusivo alla rete idrica pubblica per alimentare la propria abitazione, senza nulla corrispondere dei consumi effettuati. Crisafi, dopo le formalità di rito, è stata posta in regime di detenzione domiciliare in attesa del rito direttissimo all’esito del quale si è vista convalidato l’arresto ed è stata rimessa in libertà in attesa del dibattimento.

    Infine una pattuglia della Radiomobile in Altofonte in transito per Via degli Astronauti, ha fermato e tratto in arresto Angelo Massaro, 54 anni e Giovanni Massaro, 21 anni che, a bordo di una moto Ape trasportavano, senza la necessaria autorizzazione, centinaia di chili di rifiuti ferrosi. I due, dopo le formalità di rito, in sede di rito direttissimo si sono visti convalidare l’arresto e al primo è stata inflitta la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa delle ulteriori fasi del dibattimento, il secondo è stato rimesso in libertà in attesa di giudizio.

    (Nella foto: Dejan Stanojevic)