“Qualimed”, marchio per l’eccellenza agroalimentare

0
386

È stata ospite di Confindustria Trapani la delegazione Tunisina che ha visitato numerose aziende del settore agroalimentare, composta da 7 imprenditori tunisini e da 8 rappresentanti dei partner del progetto Qualimed, nato oltre due anni fa, con l’intenzione di favorire l’implementazione di processi di qualità nelle produzioni agroalimentari, in particolare dell’olio, oliva da mensa, sardine, pomodoro secco e succo d’uva.

Al termine del processo di studio dell’innovativo marchio di Qualità, le aziende italiane e tunisine selezionate sono entrate, quindi, nel vivo, per sperimentare questi processi. Una tre giorni intensa iniziata lunedì 21 ottobre con una formazione specifica sull’utilizzo della piattaforma creata appositamente per l’implementazione di questo nuovo sistema di qualità, denominato appunto “Qualimed”, studiato da una squadra di esperti tecnici, sia Italiani che Tunisini.

La seconda giornata è stata dedicata alle visite delle aziende del trapanese che hanno illustrato i processi e i prodotti sui quali stanno già applicando le nuove procedure di qualità. L’ultima giornata, infine, è servita per confrontarsi in merito ai risultati attesi anche in vista della conclusione del progetto.

L’ultimo appuntamento per la definizione dei risultati è previsto a gennaio: da quel momento si inizieranno a raccogliere i frutti del lavoro durato oltre due anni.

“Il motivo per cui abbiamo fortemente creduto in questo progetto è stato quello di puntare sulla qualità per ampliare i mercati di riferimento – ha affermato Gregorio Bongiorno, Presidente di Confindustria Trapani –. Ma il progetto è stato anche un modo “produttivo” per assicurare l’integrazione tra i nostri Paesi, così vicini e con affinità nelle produzioni agroalimentari, e per dare maggiore forza nella penetrazione in nuovi mercati”.