Pulizia a rischio, Comune di Alcamo ritarda pagamenti. Dipendenti in assemblea

Non soltanto la vertenza, sempre aperta, della buonuscita e di altre spettanze non ancora saldate ai lavoratori ella raccolta dei rifiuti, ad Alcamo, da parte della Mirto-Camedil, la ditta che gestiva in precedenza l’appalto, ma adesso altri mancati pagamenti da parte della Roma Costruzioni, l’azienda che per conto della Ciclat ha ottenuto l’appalto settennale. Stavolta l’azienda ha ben poche responsabilità.

Il comune di Alcamo non ha infatti ancora saldato il pagamento delle mensilità di luglio e agosto e per questo la ditta non dispone della liquidità necessaria a pagare gli stipendi del mese di agosto. La Roma Costruzioni ha quindi scritto all’ottantina di operatori impegnati nella raccolta dei rifiuti ad Alcamo e ai sindacati per evidenziare che solleciterà tavoli tecnici dinanzi alle autorità preposte e che terrà informato lo stesso personale su ogni eventuale definizione bonaria della vicenda.

Ovviamente lavoratori e sindacati non restano con le mani in mano. Sono state già convocate tre assemblee sindacali a cominciare dal prossimo venerdì alle ore 11 per continuare lunedì e infine mercoledì 22 settembre. Il servizio, in quelle giornate e in un periodo in cui la pulizia di Alcamo non eccelle, sarà ovviamente ridotto. I dipendenti, infatti, lavoreranno dalle 6 del mattino e fino alle 11, orario di inizio delle assemblee che termineranno alle ore 13.